Cristian Gabbarini: “Lorenzo a Motegi punta alla vittoria”

Cristian Gabbarini e Jorge Lorenzo (©Getty Images)

A Motegi gli occhi della Ducati saranno puntati non solo sulla corsa iridata di Andrea Dovizioso, ma anche dalle progressioni di Jorge Lorenzo in sella alla GP17. Dopo il secondo podio stagionale conquistato ad Aragon c’è attesa di riconferme da parte del maiorchino, chiamato a dare manforte al compagno di squadra.

L’ingegnere di pista Cristian Gabbarini, in un’intervista a ‘MotoGP.com’, ritiene che l’eventuale successo di Aragon avrebbe potuto essere la scintilla per ulteriori podi. “Abbiamo avuto questo potenziale a partire dalla fine della pausa estiva, ma per diverse ragioni non è mai stato sfruttato del tutto. E’ stata la prima volta che la posizione ha rispecchiato il nostro vero livello”, ha detto con orgoglio.

Il team di Jorge Lorenzo sta lavorando per il primo successo stagionale e regna una certa fiducia a Motegi. “Certamente ci pensiamo e cerchiamo di essere pronti, questa è una pista perfetta per la nostra moto. Jorge ha sempre avuto ottimi risultati, speriamo di poter celebrare la nostra prima vittoria qui, ma dipende dalle condizioni “. Il meteo, infatti, è la variabile impazzita che caratterizza il trittico orientale. Le speranze sono riposte su una gara asciutta, ma anche sul bagnato Lorenzo ha trovato il suo punto di forza.

Non resta che scrollarsi di dosso lo stile di guida tipico della M1 per entrare in totale empatia con la Ducati Desmosedici. “Dopo tanti anni con Yamaha, la moto è una parte di te. Il cambiamento a Ducati è stato un grande cambiamento e, naturalmente, serve tempo – ha aggiunto Cristian Gabbarrini -. Non sai ancora bene la moto, non sai come reagisce in determinate situazioni, come ad esempio quando il pneumatico si rompe o la temperatura cambia. Ma Jorge ora ha familiarizzato con la Ducati e può mantenere il ritmo più a lungo”.

La Casa di Borgo Panigale necessita di ulteriori sviluppi in certi settori. Però mai nessuno nel team di Jorge Lorenzo ha avuto rimpianti. L’ingegnere di pista, già crew-chief di Casey Stoner, alla fine del 2016 ha deciso di lasciare Honda per abbracciare questa nuova entusiasmante avventura. “Ducati e Jorge insieme è una sfida alla quale non puoi dire no – ha concluso Cristian Gabbarini -. Lavorare con qualcuno come Jorge non è un luogo comune, sono grato per questa opportunità”.

 



Altre Notizie