Andrea Dovizioso: “Attaccare con tranquillità, mancano tante gare”

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Dovizioso sta disputando una grande stagione e grazie alle sue 4 vittorie è in piena corsa per il mondiale. A Motegi il pilota della Ducati deve assolutamente cominciare a rosicchiare punti a Marc Marquez se non vuole vederlo scappare. Il driver italiano nelle ultime gare non è riuscito a brillare come avrebbe voluto.

Come riportato da Motorsport.com, Andrea Dovizioso ha così dichiarato prima del weekend: “Dobbiamo recuperare punti il prima possibile, ma mancano ancora 4 gare e quindi i punti in palio ci sono. Sappiamo benissimo che in 4 gare può accadere di tutto, soprattutto se ci sono condizioni instabili. Di punti ce ne sono tanti, quindi bisogna attaccare, ma con tranquillità, non mancano una o due gare”.

Dovizioso fiducioso per le prossime gare

Il pilota italiano ha poi proseguito: “Io credo che se siamo arrivati a questo punto della stagione così avanti vuol dire che siamo stati bravi. Naturalmente c’è chi pensa che potevamo fare di più nelle ultime gare. Questi però sono i soliti ragionamenti che è facile fare da fuori. Io sono molto soddisfatto della situazione in cui siamo”.

Andrea Dovizioso ha poi parlato della gestione dei pneumatici: “Nessuno può permettersi di fare strategie viste le caratteristiche di gomme e moto. Io penso che tutti sono molto al limite e nessuno è in grado di fare la differenza. Bisogna capire ogni situazione e massimizzare il tutto. Le 4 gare che ho vinto, non ero il migliore, ma le ho gestite meglio e lo stesso hanno fatto anche Marquez e Vinales. Sono due anni che abbiamo le Michelin e abbiamo capito che bisogna fare così, questo credo che è l’approccio che avranno tutti”.

Infine, l’italiano ha analizzato anche la situazione di Vinales, che come sappiamo non è mai andato molto forte sul bagnato: “Nelle gare sotto la pioggia abbiamo sempre fatto bene. Se piove o non piove non è una preoccupazione, siamo tranquilli in vista del weekend. Vinales ha avuto degli alti e bassi nel corso della stagione, ma quando sta bene sappiamo cosa può fare”.

Antonio Russo



Altre Notizie