Robert Kubica (©Getty Images)

Robert Kubica ha completato la sua prima giornata di test al volante di una Williams del 2014 in proiezione 2018, essendo in lizza per un sedile assieme all’attuale collaudatore del team di Grove Paul di Resta.

Il polacco, assente dal Circus da Abu Dhabi 2010, appena tre mesi prima del terribile incidente al Rally Ronde di Andora, si troverà non solo a vedersela con lo scozzese, ma anche con Felipe Massa, di cui si attendono nuove circa il possibile definitivo pensionamento, e la giovane promessa della Sauber Pascal Wehrlein, meteora dello schieramento alla luce della probabile trasformazione di Hinwil in scuderia B della Ferrari che dovrebbe favorire i suoi pulcini Antonio Giovinazzi e Charles Leclerc.

Tornando nello specifico della verifica delle condizioni e abilità del 32enne avvenuta sul circuito di Silverstone, questo mercoledì la squadra inglese ha messo a disposizione del driver di Cracovia la stessa FW36 dall’anonima livrea bianca utilizzata diverse volte quest’anno da Lance Stroll per familiarizzare con i circuiti di F1 per lui inediti. Pur non essendo state diffuse informazioni dettagliate sui chilometri coperti, il tipo di programma, o i tempi registrati, i vertici del team hanno fatto sapere di essere rimasti soddisfatti di quanto visto.

Per farsi un’idea ancora più chiara delle chance del vincitore del GP del Canada 2008 la Williams, che ha sottolineato di non aver fratta di decidere avrebbe pianificato per la prossima settimana un nuovo test all’Hungaroring, dove ad agosto aveva già preso parte alla sessione collettiva, in quell’occasione con la Renault.

Nei giorni scorsi Robert Kubica era stato avvicinato al sedile Toro Rosso in qualità di sostituto del francese Pierre Galy, assente nel prossimo round della F1 in Texas per partecipare al campionato di Super Formula giapponese, ma motivi di assicurazione avrebbero fatto declinare l’offerta di Faeza, trattandosi tra l’altro di un unicum.

Chiara Rainis