Motegi, Dovizioso: “Lotteremo per il titolo fino alla fine”

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Il Ducati Team è arrivato a Motegi con l’obiettivo di dare l’assalto al titolo mondiale con Andrea Dovizioso. Il GP del Giappone è un circuito rivelatosi in passato favorevole alla Desmosedici, con le tre vittorie consecutive di Loris capirossi nel 2005, 2006 e 2007 e il trionfo di Casey Stoner nel 2010, che nel 2007 conquistò il titolo iridato proprio qui a Motegi.

Nella scorsa stagione Andrea Dovizioso è salito sul secondo gradino del podio, dopo essere partito dalla seconda fila. A Motegi ha ottenuto due delle cinque pole in MotoGP, nel 2004 ha vinto la gara nella classe 125. Le carte sembrano in regola per tentare il colpaccio in terra di Levante. 16 i punti che lo separano da Marc Marquez, quattro le gare alla fine del campionato, tutto è ancora aperto e possibile.

“Motegi è una pista speciale, una delle mie preferite soprattutto perché si frena molto forte – ha sottolineato il forlivese -, e sono sicuro che su questo circuito potremo essere di nuovo protagonisti. Sono quindi molto fiducioso perché qui ho sempre ottenuto dei buoni risultati in MotoGP, conquistando due volte la pole position e lo scorso anno sono arrivato secondo. Le prossime quattro gare saranno molto importanti per la lotta per il titolo – ha aggiunto Andrea Dovizioso – e noi siamo pronti a giocarcela fino all’ultimo”.

A dare manforte alla causa iridata potrebbe concorrere Jorge Lorenzo, fuori dalla corsa iridata, ma in crescendo nelle ultime gare. “Il podio di Aragon è stato molto importante per la squadra e ha confermato che la direzione che stiamo seguendo è quella giusta. Ora comincia la parte finale del Mondiale, con queste tre gare consecutive oltreoceano, e il mio obiettivo è sempre lo stesso: lottare sempre per il podio e puntare alla mia prima vittoria con la Ducati. Motegi è uno dei miei tracciati preferiti, dove sono riuscito a vincere più volte in passato. Penso che la nostra moto si adatti molto bene alle caratteristiche di questa pista – ha concluso Jorge Lorenzo – e quindi avremo delle ottime possibilità di ottenere un buon risultato”.