James Allison: “Lavorare con Hamilton è un grande piacere”

James Allison (©Getty Images)

James Allison sta per diventare “ingegnere iridato” con la probabile vittoria del Mondiale F1 2017 di Lewis Hamilton. Il tecnico britannico racconta la sua prima esperienza al fianco del campione inglese e non si sbilancia su paragoni con Vettel e Alonso.

Laureatosi in ingegneria aerospaziale all’Università di Cambridge nel 1989, entra subito in Formula 1 in veste di progettista nel reparto aerodinamica del team Benetton F1. Nel 1992 è nominato responsabile dell’aerodinamica in Larrousse, due anni dopo rientra in Benetton. Nel 1999 il gran salto alla Scuderia Ferrari, nel 2005 all’ex Benetton diventata Renault nel ruolo di vice direttore. Matura esperienza tanto da essere nominato direttore tecnico della Ferrari nel luglio 2013 dove resta fino al luglio 2016. Trascorso il tempo necessario di “gardening” viene arruolato da Mercedes ed è sulla retta via per conquistare il titolo mondiale.

Un tecnico pluricampione

James Allison ha contribuito alla vittoria di otto titoli piloti e altrettanti nella categoria costruttori. nella sua prestigiosa carriera ha lavorato con campioni del calibro di Michael Schumacher, Fernando Alonso, Sebastian Vettel, ora Lewis Hamilton. E’ entrato nella famiglia Mercedes lo scorso febbraio, dopo la tragica morte di sua moglie. E subito ha messo il suo timbro in una scuderia già ben collaudata.

“È stato un grande piacere unirsi a Mercedes quest’anno per molte ragioni, ma uno di questi è stato che è stata la mia prima opportunità di iniziare a lavorare a fianco di Lewis”, ha dichiarato Allison a Crash.net. “Penso di averlo salutato una sola volta in tutti gli anni precedenti. L’esperienza di lavorare con lui è molto diversa da quella che immaginavo, ho trovato un pilota di eccellenza che tutti noi possiamo vedere dalle sue statistiche e dal modo in cui lavora. Ma quello che è stato particolarmente buono è che ho trovato un ragazzo che si comporta come un uomo che ti rende felice di lavorare accanto a lui – ha sottolineato James Allison -. E questa è stata una piacevole e buona cosa per entrare a far parte di Mercedes”.

Quando gli viene chiesto chi sia il miglior pilota tra Hamilton, Alonso e Vettel il direttore tecnico risponde con saggezza. “È una domanda difficile, è impossibile rispondere perché c’è solo un modo per saperlo certamente. Ed è quello di allinearli tutti sulla stessa macchina, negli stessi giorni e avere un campionato per scoprirlo esattamente. Tutto quello che posso dirvi è che tutti e tre hanno vinto non per fortuna, ma perchè sono piloti competenti e brillantemente abili”.