Ferrari, Maria Mendoza dottoressa di qualità

Meccanici nel box Ferrari a Sepang (©Getty Images)

Dopo i fatti di Suzuka la Scuderia Ferrari ha deciso di affidarsi a una donna per il controllo qualità del materiale. Si chiama Maria Mendoza, 42 anni, spagnola, laureata in Fisica presso l’Università di Saragozza. Fa parte del gruppo Fiat-Fca dal 2012, alla guida di un gruppo di 25 persone incaricate di verificare la qualità dei materiali ricevuti dai fornitori e utilizzati per la realizzazione delle auto di serie.

Inizialmente i toni irati di Sergio Marchionne avevano fatto pensare alla destituzione di un pezzo da novanta come Maurizio Arrivabene. Invece nessun vertice del Cavallino pagherà lo scotto di quanto accaduto in Malesia e Giappone. All’indomani del GP di Suzuka il patron della Ferrari aveva preannunciato qualche cambiamento: “Dobbiamo rinnovare l’impegno per quanto riguarda la qualità della componentistica che sta arrivando in F.1: è un problema che abbiamo ignorato nel tempo e che non è stato di una certa importanza… L’aggiusteremo”.

La soluzione prende il nome di Maria Mendoza e avrà il compito non solo di analizzare i componenti prodotti da aziende terze, ma anche quelli realizzati all’interno della fabbrica di Maranello. Riferirà direttamente al direttore tecnico Mattia Binotto che, nel corso del week-end nipponico, aveva fatto trapelare un cambiamento. “Ciò che stiamo considerando è qualcosa di già previsto, per migliorare il nostro dipartimento di qualità. Il nostro reparto di qualità sarà in qualche modo rinforzato e questi sono i cambiamenti che il nostro presidente ha inteso”.

Una candela da 59 euro ha messo fuori uso una vettura da milioni di euro, uno smacco che non dovrà più ripetersi in casa Ferrari. La dottoressa Maria Mendoza non è nuova all’ambiente di Maranello, dove ha lavorato sui motori in uscita per Maserati. Nè sarà l’unica donna a rivestire un ruolo di primaria importanza per la Ferrari. Ricordiamo Elena Darecchio, ingegnere, testa colle, resine e fibre di carbonio per la F1. Giorgia Tomei che si occupa delle batterie Ers. Alessandra Cenicola di materiali compositi. Lucia Pennesi, direttore commerciale e marketing della Gestione Sportiva. Federica Cimarosti, ingegnere aerospaziale, alla galleria del vento.