Motegi, Valentino Rossi: “Adesso mi sento più in forma”

Valentino Rossi (©Getty Images)

Dopo il ritorno ad Aragon con il 5° posto Valentino Rossi è pronto per il primo GP del trittico orientale a Motegi. Dopo qualche allenamento in sella alla R1 sul circuito di Misano, il pesarese è tornato ad allenarsi al Ranch, ad un mese dall’infortunio. La forma fisica non è ancora al 100%, ma era impossibile restare lontani dallo sterrato di casa. “Zoppico ancora, mi fa un pochino male, ma mi mancava”.

Ha stupito il motorsport Valentino Rossi, ritornando in pista a tre settimane dall’intervento a tibia e perone della gamba destra. Subito in prima fila dopo le qualifiche, ma ha dovuto cedere la zona podio nei giri finali. “L’ho fatto perchè faceva parte di un percorso per tornare in forma e competitivo – ha detto a Radio Dee Jay -. Dovevo anticipare i tempi, se no dovevo stare senza salire sulla moto fino a questo week-end. In Giappone avrei dovuto ricominciare da zero, invece ho rischiato un po’,  l’operazione è andata bene e mi sentivo abbastanza bene… adesso mi sento già più in forma”.

Per rivederlo in perfetta forma dovremo attendere il prossimo campionato, ma l’importante è esserci per non perdere il ritmo della MotoGP.  “Per tornare totalmente a posto con la tibia bisogna aspettare sei mesi, quindi due settimane prima o dopo non cambiava niente”, ha scherzato Valentino Rossi con Linus. “All’inizio mi faceva male, poi ho preso un po’ di antidolorifici, poi l’adrenalina di quando sali in moto fa il resto… E’ andata bene, sono riuscito a partire in prima fila. Poi in gara ho lottato per il podio, ma alla fine ho perso un po’ perchè ero cotto, ma ho fatto quinto”.

Merito anche del freno a pollice installato sulla sua Yamaha YZR-M1, che gli ha concesso di non forzare troppo la gamba. “Col piede destro si usa il freno posteriore nelle moto, ma adesso noi ce l’abbiamo anche nel pollice sinistro, quindi quello mi ha aiutato. Facevo fatica con la gamba, avevo poca forza, quindi usavo più il freno col pollice”. Domenica il popolo giallo sarà costretto alle ore piccole per assistere ad un’altra storica impresa di Valentino Rossi. “Domenica mattina è alle 7, non è facile seguirmi”.

Luigi Ciamburro