Valtteri Bottas: “Mi hanno detto quando farlo, non c’era da discutere”

Valtteri Bottas e Lewis Hamilton (©Getty Images)

Da quando Valtteri Bottas è arrivato in Mercedes qualcosa è cambiato. La tensione che c’era nel box con Rosberg, infatti, è completamente sparita. Il finlandese ha dimostrato di essere un buon pilota, vincendo gare e arrivando spesso a podio. Cosa più importante per Wolff e compagni però è la totale disponibilità da parte dell’ex Williams a fare di tutto per il team.

Valtteri Bottas, infatti, in questa stagione ha dimostrato più volte di essere un pilota molto accondiscendente nei confronti degli ordini arrivati da Mercedes e anche nella giornata di ieri non si è sottratto a sacrificare la propria gara per aiutare Hamilton.

Ora il distacco da Hamilton è pesante

Durante il Gran Premio di Suzuka, infatti, ad un certo punto Verstappen si è ritrovato attaccato all’inglese. Proprio nel momento in cui stava per sferrare l’attacco però la scuderia si Stoccarda ha ordinato a Valtteri Bottas di farsi sorpassare da Hamilton e piazzarsi davanti all’olandese per rallentarlo. Questo però ha compromesso la prestazione del finlandese costretto a ritardare il cambio gomme.

Come riportato da “Speedweek.com “, Valtteri Bottas a fine gara ha così dichiarato: “Non c’era molto da discutere. Forse ne hanno parlato maggiormente all’interno. Mi hanno detto quando farlo e ho compreso la situazione. Ovviamente questo ha compromesso la mia gara. Ho perso quei secondi che alla fine mi sarebbero serviti per giungere davanti a Ricciardo“.

Il finlandese ha poi proseguito: “In ogni caso è stato un buon risultato per la squadra. Ora cercheremo di capire se poteva essere fatto qualcosa di meglio. Per quando mi riguarda, l’unica cosa negativa è che ora la distanza da Lewis è notevole e per me non è l’ideale”.

Antonio Russo