Horner su giochi di squadra Mercedes: “Avremmo fatto lo stesso”

Red Bull (©Getty Images)

La Red Bull nelle ultime domeniche ha avuto una crescita esponenziale, tanto che ora le lattine insidiano anche la Ferrari nella classifica generale costruttori. A Suzuka, complice anche il prematuro ritiro di Sebastian Vettel è arrivato un doppio podio con il 2° posto di Verstappen e il 3° di Ricciardo.

Come riportato da “Motorsport.com”, il team principal Red Bull, Chris Horner ha così dichiarato in merito all’ultima gara: “Dal Gran Premio di Ungheria siamo cresciuti molto e siamo andati oltre le nostre stesse aspettative. Avevamo chiesto a Max di tenersi a 3 secondi da Hamilton per non danneggiare le gomme, purtroppo però quando ha attaccato si è ritrovato Massa e Alonso davanti che lo hanno penalizzato. Non dico che avrebbe sicuramente superato Lewis, ma senza i doppiati avrebbe avuto più chance”.

Red Bull in grande crescita

Il dirigente Red Bull ha poi proseguito: “Tutto questo lascia un po’ di amaro in bocca, ma fa parte del gioco. La Formula 1 è uno sport di squadra. La Mercedes ha usato Bottas per bloccarci, ma anche noi nelle loro condizioni probabilmente avremmo fatto lo stesso. In ogni caso stiamo migliorando, ma ci manca ancora un ultimo step di potenza”.

Infine, Horner ha analizzato così il momento di Vettel: “Spero di avere qualche cavallo in più la prossima stagione. Sono particolarmente dispiaciuto per Sebastian, non è un momento fortunato per lui. Mi dispiace molto, è un colpo moto duro per lui e i suoi tifosi e poi dispiace per lo spettacolo. Non avremo il finale battagliato che tutti avevamo preventivato”.

Antonio Russo