Sebastian Vettel: “Siamo stanchi, ma pensiamo alle ultime 4 gare”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel sembra non trovare pace. Dopo l’incidente a Singapore e il problema alla power unit durante le qualifiche della Malesia per lui guai tecnici anche a Suzuka, che lo hanno costretto al ritiro. Il tedesco ha accusato dei fastidi già nel giro di schieramento, tanto che gli uomini della Rossa sono stati costretti ad aprire il cofano motore della Ferrari.

Come confermato da Maranello, Sebastian Vettel è stato fermato da un problema ad una candela di accensione. Ora però per il tedesco si fa davvero dura in chiave mondiale. Se Lewis Hamilton dovesse vincere il Gran Premio, infatti, il suo vantaggio sull’ex Red Bull diventerebbe letteralmente immenso.

Vettel ci crede ancora

Come riportato da “Sky Sport”, Sebastian Vettel ha così dichiarato: “Non so se sia effettivamente un problema di affidabilità, dobbiamo aspettare la fine della gara per capire se è un problema. Credo sia un piccolo problema, che poi ha causato un problema più grande. Non avevamo potenza già nel giro di formazione, poi in partenza e nei primi giri”.

Il tedesco ha poi proseguito: “Ho cercato di resettare tutto per ritrovare la potenza, però non ci siamo riusciti, c’era un problema di accensione. Dobbiamo vedere cosa è accaduto. Già in partenza non avevo potenza, come già nel giro di formazione. Abbiamo cercato di stare lì, ma non avremmo potuto fare molto. Purtroppo non era proprio la nostra giornata”.

Sebastian Vettel, infine, ha così concluso: “Non c’è bisogno di essere un genio in matematica per capire che il mondiale si fa complicato. In ogni caso, come ho detto anche ai ragazzi, dobbiamo tornare a casa, riposarci. Ci sono state gare difficili, con tanti cambiamenti. Siamo tutti stanchi, il team è stanco, dobbiamo riposarci un po’. Sappiamo di avere un pacchetto per fare bene nelle ultime 4 gare, dobbiamo concentrarci su quello. Il resto vedremo”.

Antonio Russo