F1 Suzuka, Kimi Raikkonen: “Gara molto noiosa”

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Sesto in qualifica e retrocesso in undicesima posizione per la sostituzione del cambio dopo l’incidente nelle libere 3, Kimi Raikkonen sapeva già prima di partire che il suo sarebbe stato un GP del Giappone tutto in salita. Scattato bene, ma finito largo mentre era in lotta con la Renault di Palmer, il povero Iceman ha visto sfumare il suo balzo al via. Un intoppo ulteriore che lo ha costretto ad una rimonta dalla 14esima alla 5° piazza.

“Non è certo stato un weekend da sogno per la Ferrari“. Ha dichiarato il finnico alla fine. “Per quanto mi riguarda dopo la sosta ho vissuto una gara davvero noiosa. Tutto quello che mi sono trovato a fare è stato guidare in perfetta solitudine senza la preoccupazione di possibili bagarre con altri piloti”. Analizzando poi più nel dettaglio i suoi 53 giri Iceman ha spiegato: “La piazzola di start non era ideale, tuttavia dopo un buon avvio ero pronto ad avanzare sullo schieramento sfruttando le gomme soft. Purtroppo nel tentativo di superare una RS17 sono andato sull’erba e così sono scivolato indietro. Da quel momento il feeling con la macchina è stato un po’ strano. Non era bilanciata perfettamente. In alcune tornate andava bene e in altre era più difficile da gestire”.

“Qui poi è complicato stare in scia dunque, malgrado i diversi sorpassi nelle battute finali ero troppo lontano dai primi”. Ha proseguito nella disamina. “Nel complesso il risultato non è proprio il massimo. Quanto a Vettel non so cosa sia successo. Negli ultimi anni abbiamo fatto, come squadra, tanti progressi, però adesso, per chissà quale ragione, sembra che i problemi tecnici escano dal nulla. E’ strano. Le monoposto vanno benissimo e invece alla domenica accade sempre qualcosa di inaspettato. Su questo fronte dobbiamo ancora lavorare. Di certo da Austin ad Abu Dhabi daremo il 100% e vedremo come va a finire”. Ha concluso Raikkonen, oggi 5° della generale con 148 punti.

Chiara Rainis