Sebastian Vettel: “Mi è mancata un po’ la velocità”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Le qualifiche del Giappone hanno regalato un risultato quasi scontato. Mercedes davanti a tutti e Ferrari a rincorrere. Sì, perché con un layout così rapido come quello di Suzuka difficilmente la Rossa avrebbe potuto fare il botto. Ed infatti Sebastian Vettel si è dovuto accontentare della terza posizione, a quattro decimi circa dal poleman Hamilton, che domani si tramuterà in seconda a causa della penalità inflitta a Valtteri Bottas per la sostituzione del cambio.

“Non è andata male, la SF70-H aveva un buon bilanciamento”. Ha dichiarato il tedesco alla fine. “Forse ci è mancato qualcosina a livello di prestazione, ma nel complesso è stata una buona giornata. Inoltre a confortarmi c’è il fatto che in gara la macchina dovrebbe rispondere meglio”.

Seppur consapevole di poter ottenere un buon piazzamento il #5 ha poi ammesso di aver tentato fino alla fine di firmare un riscontro più competitivo. “Nell’ultimo giro a diposizione del Q3 ho cercato di fare qualcosa in più, ma sapevo che Bottas mi sarebbe stato comunque dietro per la penalità in griglia, quindi forse ho corso un rischio un po’ eccessivo, ma sono contento perché domenica scatterò dalla prima fila e vedremo come andrà”.

Infine alla domanda su un possibile duello per il successo di “tappa” con il principale avversario per il titolo iridato Ham, che ricordiamo ad oggi lo precede di 34 punti nella generale, Vettel ha affermato: “Non so che tipo di lavoro abbiano portato avanti questa mattina, sappiamo solo quello che abbiamo fatto noi. In ogni caso ci sono stati diversi alti e bassi quest’anno. La settimana scorsa non sono apparsi tanto incisivi, invece qui sono tornati alla normalità. Finora siamo sempre stati molto vicini e mi aspetto che sia così anche durante il GP. Normalmente noi siamo più forti in corsa rispetto alle qualifiche, quindi speriamo che continui ad essere così”.