Salone di Tokio, attesa per la Mitsubishi e-Evolution Concept

Mitsubishi e-Evolution Concept
Mitsubishi e-Evolution Concept (foto www.evo.co.uk)

Dal 27 ottobre al 5 novembre andrà in scena il 45esimo Tokyo Motor Show. Il salone automobilistico giapponese è molto atteso, c’è curiosità di vedere modelli inediti. Tra i più attesi c’è senza dubbio la Mitsubishi e-Evolution.

Sarà esposto un concept di questo esemplare, che sicuramente attirerà l’attenzione di molti. Per ora sono circolate poche immagini. Si tratta di un SUV Coupé che dispone di tre motori elettrici combinati per fornire un sistema di trazione integrale. Uno di questi andrà a dare trazione all’asse anteriore, mentre i restanti due saranno posizionati al posteriore formando un sistema Dual Motor con torque vectoring attivo gestito dall’unità Active Yaw Control.

Questo prototipo è dotato di un sistema di intelligenza artificiale, con sensori e telecamere integrate, che consentono al pilota di effettuare un’esperienza di guida ottimale. Viene creato un profilo in base allo stile di guida e fornisce dei suggerimenti, anche importanti, al guidatore. E’ presente una funzione di coaching che permette il dialogo tra il pilota e l’automobile attraverso il display del cruscotto o i comandi vocali.

Sul piano della tecnologia la Mitsubishi e-Evolution Concept è ben fornita. Il nome del mezzo richiama inevitabilmente ai modelli storici Lancer Evolution, ma il concetto di ‘Evo’ per come lo conoscevamo viene ora un po’ stravolto, anche se le prestazioni dell’esemplare che sarà esposto al Salone di Tokio sono elevate e dunque la casa nipponica ha deciso di utilizzare comunque la dicitura ‘Evo’, seppur in maniera diversa (e-Volution).

Questo SUV ha forme sportive, anche grazie al parabrezza inclinato, agli sbalzi raccolti e alla posizione arretrata dell’abitacolo. Possiede grandi ruote e quattro portiere prive di maniglie tradizionali. Immancabile il Dynamic Shield con una calandra interamente chiusa e motivo esagonale della griglia replicato su una superficie liscia. Vi è separazione dei gruppi ottici LED, con entrambi i proiettori a sviluppo orizzontale.

https://www.youtube.com/watch?v=Xbs0czaJ8h8