Marc Marquez già campione, la storia gli dà ragione

Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez è sempre più leader del mondiale, dopo l’ultimo Gran Premio, infatti, lo spagnolo ha accumulato ben 16 punti di vantaggio su Andrea Dovizioso. Alla conclusione della stagione mancano solo 4 gare e 100 punti da assegnare quindi. Attualmente, classifica alla mano, sono ancora in gioco per il titolo anche Vinales, Pedrosa e Rossi, anche se più distaccati.

Come riportato da “MotoGP.com”, da quando nel 1993 è cambiato il sistema di punteggio, in appena due occasioni il pilota che era 2° nella classifica generale alla fine ha poi vinto il titolo mondiale. Marc Marquez quindi, storia alla mano, può dormire sogni tranquilli.

Vinales non ha speranze

Sempre seguendo queste statistiche, invece, può già cominciare a deprimersi Maverick Vinales, mai, infatti, il 3° classificato a questo punto della stagione alla fine ha vinto il mondiale. Appuntamento quindi al 15 ottobre, in Giappone, per scrivere l’ennesimo capitolo di questa affascinante storia.

Andrea Dovizioso da par suo può aggrapparsi solo a due episodi per continuare a rincorrere il sogno mondiale. Nel 1998, a 4 gare dalla fine, Max Biaggi era davanti a Mick Doohan con un vantaggio di 4 punti. Alla fine dell’anno l’australiano ha battuto l’italiano con l’incredibile margine di 52 punti.

Infine, nel 2015, Valentino Rossi lasciò Aragon con 14 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo, salvo poi perdere il titolo mondiale in favore del compagno di squadra per appena 5 punti. Naturalmente quello fa l’anno delle scaramucce tra il Dottore e Marc Marquez, forse una delle pagine più scure del motociclismo moderno.

Questo mondiale però sembra davvero diverso da tutti gli altri. Tanti piloti, infatti, si sono alternati in testa alla classifica e nessuno sinora ha dimostrato di avere una supremazia schiacciante su tutti gli altri. Marc Marquez però punta a costruirsi un buon vantaggio nelle prossime gare per vincere il suo ennesimo titolo in carriera.

Antonio Russo