F1 GP Giappone, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

Lewis Hamilton (©Mercedes Twitter)

Archiviata una prima sessione di libere del Giappone che hanno visto Sebastian Vettel chiudere in testa, la seconda si è aperta sotto il diluvio e l’attesa.

Dopo una prima verifica del circuito alle 7.15 italiane, la FIA ha deciso di procrastinare di altre 15′ per una valutazione considerato il peggioramento delle condizioni del fondo.

Quando mancano 54′ ha smesso di piovere. Nuovo tour di Bernd Maylander sulla Safety Car e il responso che si riprenderà alle 7.45

Quando sono le 7.48 solo qualche pilota è già nell’abitacolo in attesa di un leggero miglioramento

Finalmente alle 7.50 qualcuno si fa vedere sul tracciato. E’ Kimi Raikkonen su gomme intermedie. Qualche attimo dopo si unisce nico Hulkenberg con la Renault.

Dentro anche l’altra Rs17 di Jolyon Palmer. Il livello di spray però è molto elevato e anche il rischio di aquaplaning.

Ci prova anche Marcus Ericsson con la Sauber.

Quando mancano 30′ si fa vedere pure Sebastian Vette seguito dal più amato dai fan nipponici Fernando Alonso e dal francese della Force India Esteban Ocon.

Mentre entra in azione Lewis Hamilton, Ocon è il primo a segnare un tempo in 1’49″518. Staccato di quasi 2″ il collega di box Sergio Perez.

Va segnalata l’usura delle gomme intermedie nella sua parte centrale

A 22′ dalla fine Ham su Mercedes passa in testa con 1’48″719. Massa con la Williams balza in quarta posizione.

Brivido per il solito Lance Stroll che manca il muro per questione di millimetri in uscita dal rettilineo principale. Subito dopo riparte per un nuovo giro e la sua Williams #18 si ferma in quinta piazza a 3″6.

A 12′ dalla bandiera Stoffel Vandoorne si lancia per il primo tentativo. Intanto Perez e Massa, già in borghese si avviano verso l’hospitality.

A poco di 9′ Hamilton parla sua seconda tornata. Alonso viene invitato dal suo ingegnere a portare a casa sana e salva la sua MCL32.

A 4′ Vettel si toglie casco e balaclava. Per il ferrarista giornata finita.

Bandiera a schacchi! Lewis Hamilton chiude davanti ad Esteban Ocon e Sergio Perez. Quindi Felipe Massa e Lance Stroll. Tutti gli altri non hanno segnato neppure un crono.