Alonso: “Le vittorie Red Bull devono spronare la McLaren”

Fernando Alonso (©Getty Images)

Dal paddock di Suzuka Fernando Alonso punzecchia la McLaren. Il pilota spagnolo, alla viglia del nuovo appuntamento iridato, ha voluto sollecitare pubblicamente la scuderia di Woking a rimboccarsi le maniche in ottica di un 2018 che la vedrà schierata con motore Renault, lo stesso che da qualche tempo a questa parte sta consentendo alla Red Bull di battersi per le prime posizioni e che ha contribuito a consegnare nelle mani di Max Verstappen la vittoria nel GP della Malesia.

“L’avevamo già potuto notare a Monza quanto fosse buona la performance della squadra austriaca. E quello brianzolo è proprio un tracciato che premia la velocità”. Ha dichiarato il due volte campione del mondo. “Già allora ci eravamo sentiti confortati della decisione presa, ma a Sepang hanno fatto un ulteriore passo avanti riuscendo a mettersi alle spalle la Mercedes in condizioni climatiche di asciutto e senza l’ausilio di chissà quale strategia”.

“Credo quindi che questo progresso non possa fare altro che spronare il mio team, dato che ormai la RB13 è diventata efficiente, oltre che potente sotto il profilo telaistico. Di conseguenza dovremo assicurarci di fare un buon lavoro sullo chassis, perché la power unit ha dimostrato di avere le capacità di imporsi”. Alla domanda se l’anno venturo vedremo la McLaren lottare con la Red Bull l’iberico è apparso convinto: “Penso proprio di sì. Bisognerà trovare un modo, ma una scuderia del genere non dovrebbe mai sentirsi spaventata dalle sfide e dalla concorrenza, considerato che può battere chiunque”.

Infine sull’esito del weekend in arrivo Alonso ha confidato: “Sono felice di non avere penalità da scontare. Purtroppo la nostra PU non godrà di particolari modifiche, dunque il target è di raggiungere il massimo con entrambe le monoposto in attesa dell’ultimo aggiornamento della stagione che ancora non sappiamo quando verrà applicato”.

Chiara Rainis