Alex Marquez: “Sfidare mio fratello Marc? Prima il titolo Moto2”

Marc e Alex Marquez (photo Facebook)

Alex Marquez non ha detto ancora matematicamente addio al titolo della Moto2. Ma la caduta di Silverstone, l’infortunio di Misano che gli ha impedito di correre anche ad Aragon hanno reso il finale di stagione tutto in salita. 93 punti dal leader e compagno di team Franco Morbidelli sono un vuoto incolmabile quando mancano 4 GP alla fine del Motomondiale.

Nel 2018 proseguirà la sua avventura nel campionato intermedio con la Kalex del team della Estrella Galicia 0,0 Marc VDS. L’obiettivo resta l’assalto al titolo iridato per poi puntare alla MotoGP. “Ora che non ho la pressione del titolo devo godere di ogni gara e le sfrutterò per prepararmi per l’anno prossimo. Nel 2016 ho fatto molto bene il tour transoceanico – ha detto ai colleghi di ‘AS’- e spero che quest’anno possa migliorare. La prima tappa è il Giappone su un circuito che mi piace e dove ho vinto due volte in Moto3. Cercherò di fare un fine settimana con normalità e spero che l’infortunio non mi disturbi”.

Il nervo sciatico continua a dare qualche problema, necessita di ulteriore riabilitazione e pazienza. Il titolo Moto2 2017 è una questione tra Franco Morbidelli e Thomas Luthi. “Ora ci sono quattro circuiti dove Luthi ha già mostrato la scorsa stagione che sono buoni e competitivi. Penso che la lotta sarà fino all’ultimo momento”. Un po’ come sta avvenendo in classe regina tra suo fratello Marc e Andrea Dovizioso. “Sarà equilibrato fino alla fine – pronostica Alex Marquez – e la cosa buona di Marc è che è molto forte in tutte le condizioni, secche o bagnate… Il titolo sarà deciso a Valencia”.

Quando vedremo i fratteli Marquez insieme in MotoGP? “Non so quando andrò in MotoGP, una cosa è arrivarci e un’altra competere contro Marc. Ora sono concentrato sulla Moto2, ho la speranza e il sogno di vincere la Coppa del Mondo in questa categoria. Non appena avrò la possibilità di andare in MotoGP – ha concluso Alex Marquez – cercherò di approfittatene”.