Troppi errori in Ferrari, Marchionne pensa a mandar via Arrivabene

Ferrari – Maurizio Arrivabene (©Getty Images)

In casa Ferrari è già il momento di fare i conti. La monoposto quest’anno ha fatto degli enormi passi in avanti, tanto da sembrare ad inizio stagione addirittura più veloce della Mercedes. Nel momento topico della stagione però qualcosa si è inceppato. C’è stato, infatti, un evidente calo prestazionale seguito poi dai recenti problemi di affidabilità che hanno portato Vettel alle spalle di Lewis Hamilton nella classifica iridata.

Il weekend della Malesia è stato davvero disastroso. Una Ferrari potenzialmente da doppietta, infatti, ha raccolto solo un 4° posto con Vettel. Come riportato da “Speedweek” a fine gara il team principal della Rossa ha così dichiarato: “Non c’è alcun dubbio che per tutto il weekend avevamo una macchina competitiva”.

Arrivabene pronto a pagare il prezzo più alto

Maurizio Arrivabene ha poi proseguito: “Già nelle libere si vedeva che avevamo un gran ritmo. Il fatto che Kimi si è qualificato in prima fila e che Seb è risalito sino al 4° posto conferma tutto ciò. Purtroppo però questo è stato il weekend più duro dell’anno. Abbiamo avuto alcuni problemi che ora dobbiamo analizzare”.

Il team principal Ferrari però ha rassicurato tutti: “La squadra è ancora molto concentrata. Abbiamo l’auto giusta, il giusto atteggiamento e le persone giuste, piloti e anche i mezzi per continuare a lottare sino alla fine”.

Come riportato però da “Motorsport-total.com” sembra proprio che non tutti pensano che in Ferrari ci siano gli uomini giusti. A quanto pare, infatti, Sergio Marchionne starebbe pensando di sostituire Maurizio Arrivabene dal ruolo di team principal. Il tutto dovrebbe concretizzarsi solo a fine stagione. A quanto pare all’Ad FCA non sarebbero andate giù alcune decisioni in fase di gestione delle ultime settimane.

Arrivabene in Ferrari ha le spalle larghe, forte della sponsorizzazione da parte della Philip Morris, che tacitamente continua a sovvenzionare la Ferrari. Nel consiglio di amministrazione della famosa azienda di tabacchi però è presente anche Marchionne, che in qualità di presidente Ferrari non avrebbe problemi nel sollevare dal proprio incarico Arrivabene.

La situazione è ancora in divenire, ma potrebbe presto degenerare. In caso di nuovi errori da parte della squadra, Arrivabene potrebbe pagare il tutto a caro prezzo.

Antonio Russo