Sebastian Vettel: “Bottas usato come blocco stradale”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel non vuole mollare questo mondiale, anche se la sfortuna sta tentando in tutti i modi di strapparglielo dalle mani. In Malesia è arrivata l’ennesima domenica buia in casa Ferrari. Il tedesco, infatti, è stato costretto a partire dal fondo e a compiere una straordinaria rimonta, mentre il suo compagno Raikkonen ha avuto dei problemi tecnici a pochi minuti dalla partenza ed è stato costretto al ritiro.

Come se non bastasse a fine gara Sebastian Vettel ha urtato con la posteriore sinistra, l’anteriore destra di Lance Stroll distruggendo di fatto la sua Ferrari. Purtroppo in queste ore, a Maranello, si sta provvedendo ad analizzare la trasmissione per vedere se ci sono stati eventuali danni.

Ferrari più forte di tutto

Come riportato da “Auto Motor Und Sport”, Sebastian Vettel in merito all’incidente con Stroll ha così dichiarato: “Stavamo guidando lentamente. Lui voleva raccogliere un po’ di gomma, ma deve stare attento alle auto che lo circondano. Spero non ci siano problemi con la trasmissione altrimenti sarebbe un’altra cattiva sorpresa. Quando ho preso Ricciardo sapevo di essere al limite con i pneumatici, poi c’è stata quella manovra di Fernando che mi ha spezzato il ritmo”.

Il tedesco ha poi proseguito: “Credo che la manovra di Ricciardo per resistere al mio sorpasso non sia stata regolare, ma non sono arrabbiato, alla fine i miei pneumatici sono calati. Ho cominciato bene, poi una Toro Rosso mi ha quasi preso. Gli altri avevano tutti il DRS ed era difficile superarli”.

Sebastian Vettel si è anche nuovamente lamentato dell’atteggiamento di Fernando Alonso durante il doppiaggio, mentre sull’affidabilità Ferrari si è detto alquanto positivo visto che comunque questi sono stati gli unici due episodi isolati nell’arco di un’intera stagione.

L’ex Red Bull ha poi affermato: “La Mercedes ha usato Bottas come un blocco stradale. Abbiamo dovuto accorciare la finestra con la soft altrimenti avremmo rischiato di uscire troppo distanti da Daniel. L’obiettivo iniziale era quello di fare una prima parte più lunga e giocarci tutto nel finale”.

Infine però Sebastian Vettel si è detto decisamente positivo per il futuro: “La nostra auto può vincere ovunque. Certo se Kimi non parte e io comincio dal 20° posto è dura, ma attualmente la nostra monoposto è più veloce della Mercedes“.

Antonio Russo