Jack Miller cade in allenamento: operato, salterà Motegi

Jack Miller (©Getty Images)

Il pilota Honda Jack Miller non potrà partecipare al GP del Giappone a Motegi. Il pilota del team Marc VDS, dal prossimo anno in Pramac, ha subito una frattura nella parte superiore della gamba destra, durante un allenamento con la moto da trial in Andorra. L’australiano è stato subito operato ma non riuscirà a recuperare per il prossimo impegno del Motomondiale. Resta in dubbio la presenza per Phillip Island.

All’Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona Jack ​​Miller è stato operato sabato mattina. Una piastra e otto viti ora stabilizzano la frattura. Miller può adesso muovere nuovamente la gamba operata, questa mattina ha iniziato un intenso programma di riabilitazione, in modo da poter tornare in sella alla Honda per il suo GP di casa in Australia. Miller ha 18 giorni a disposizione per rimettersi in forma. Un mese dopo l’infortunio di Valentino Rossi un altro pilota cade in allenamento e dovrà saltare almeno un GP.

“Sono ovviamente deluso e frustrato di dover saltare il Gran Premio del Giappone, soprattutto perché non era nemmeno una vera e propria caduta – ha spiegato Jack Miller -. Ci stavamo allenando, ho messo il mio piede a terra mentre il pneumatico anteriore ha perso la trazione. Nove volte su dieci non succede nulla. Ma ho messo male il piede e mi sono fratturato la tibia proprio vicino al ginocchio. La lesione è stata stabilizzata e riesco già a muovere un po’ la gamba, ma chiaramente non sarò pronto per Motegi. Ma sono determinato a tornare sulla mia moto a Phillip Island. Ora lavorerò con il mio fisioterapista”.

Il team manager Michael Bartholemy ha spiegato l’infortunio: “Jack è stato estremamente sfortunato per spezzarsi la tibia con un incidente così innocuo. E’ stata solo sfortuna. Anche la tempistica è sfortunata perché ora stiamo iniziando le tre gare d’oltremare consecutive. Ma Jack è determinato a perdere la gara in Giappone. A casa sua, nel GP di Phillip Island, vuole tornare. La previsione è buona. Insieme ai medici decideremo se è abbastanza in forma per il GP australiano”.