Project CARS 2, tutto il mondo ruota a ruota (GALLERY)

Project CARS 2

Project CARS 2 sulla scia del precedente capitolo punta a far immergere i videogiocatori in un mondo fatto di macchine. Naturalmente le intenzioni, nemmeno poi tanto velate, degli sviluppatori erano quelle di mettere questo progetto in competizione con titoli leader nel settore come Gran Turismo e Forza. I risultati appurati su console sono decisamente buoni, ma indubbiamente rivedibili.

Resta davvero apprezzabile l’enorme quantità di tracciati tra i quali poter scegliere. Project CARS 2, infatti, offre ogni tipo di circuito immaginabile in tutte le sue versioni. Buono anche il parco macchine, anche se per tutta onestà sarebbe stato bello poter vedere qualche veicolo in più in pista.

Una carriera poco stimolante

Il livello di personalizzazione del titolo è davvero elevato ed è per tutti i gusti. Si può, infatti, guidare in maniera rilassata o più professionale. Le piste, inoltre, offrono un’esperienza simulativa davvero di alto profilo e per chi ha la fortuna di utilizzare un volante al posto del classico pad potrà godere di qualcosa di davvero eccezionale.

Project CARS 2 offre sin da subito la possibilità di poter utilizzare tutto il parco macchine, inoltre nella modalità carriera si possono disputare tornei di ogni tipo e di svariate difficoltà. Il titolo prodotto dalla Bandai Namco si mostra però impersonale per quanto concerne l’utente. Dimenticate, infatti, avatar personalizzati e premiazioni stellari a fine gara.

Curato anche il comparto audio, che offre realistiche differenze tra una vettura e l’altra. Dal punto di vista grafico resta qualche piccolo, fastidioso bug, così come appare ancora un po’ debole l’intelligenza artificiale degli avversari. Nel complesso però Project CARS 2 risulta essere un buon gioco, che ha bisogno ancora di qualche miglioria per potersela giocare alla pari con titoli che nel settore sono presenti ormai da molti più anni. Il gioco merita però un buon 7,5.

Antonio Russo

Project CARS 2