Lewis Hamilton: “Eravamo più lenti, meglio non rischiare”

0
36
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Lewis Hamilton allunga in classifica ma manca la vittoria al Gran Premio della Malesia. Dopo il secondo posto a Sepang sono 34 i punti di vantaggio dall’inseguitore Sebastian Vettel, autore di una grande rimonta dall’ultima fila al quarto posto. Le alte temperature dimostrano di poter mettere in difficoltà le gomme della Mercedes W08, ma il prossimo GP del Giappone sarà a favore delle Frecce d’Argento.

A cinque gare dalla fine la corsa iridata di Lewis Hamilton si fa tutta in discesa. Eppure resta molto lavoro da fare per difendersi dagli attacchi di Ferrari e Red Bull. La fortuna, ancora una volta, ha giocato a suo favore. “Sapevamo di essere più lenti di altri, quindi abbiamo cercato di mantenere semplicemente la posizione, non ho presi rischi e Max sapeva che sarebbe andato più veloce. Quindi ha fatto di tutto per prendere il primo posto. Ho cercato di mettercela tutta, ma il mio obiettivo era di portare a casa più punti possibile. Avrei potuto resistere di più ma sarebbe stato rischioso”.

Inutile azzardare manovre al limite quando l’inseguitore Sebastian Vettel parte dall’ultima fila e Kimi Raikkonen non riesce neppure a prendere parte alla gara. Non sono le Red Bull a creare problemi per il Mondiale, quindi meglio gestire con calma e saggezza. “Sapevamo che le Red Bull sarebbero state veloci”, ha aggiunto Lewis Hamilton. “Ma credo che su un circuito più freddo potremmo essere in una posizione migliore. Quando fa così caldo la macchina va peggio”.

Per il riassunto della gara clicca QUI.