Mattia Pasini: “Morbidelli quest’anno è invincibile”

Franco Morbidelli e Mattia Pasini (©Getty Images)

Mattia Pasini ha sfiorato per la seconda volta la vittoria in questa stagione per un solo decimo di secondo. Sul circuito di Aragon il pilota di Rimini non è riuscito ad avere la meglio su Franco Morbidelli, compagno di avventure nella VR46 Academy che si avvia verso il suo primo titolo iridato.

E pensare che nel 2015 la carriera di Mattia Pasini sembrava finita, quando non riuscì a trovare un team nel Motomondiale. Salvo due comparse come wild card per il team Greasini in occasione del Mugello e Misano. Arruolato nelle fila di Italtrans racing nel 2016 non è subito esploso, ma dal GP di Jerez 2017 la musica sembra davvero cambiata. Sesto posto in classifica a quota 124 punti, la metà di Franco. “Morbidelli è semplicemente invincibile quest’anno. È incredibilmente forte”.

Dopo lo scivolone di Misano Frank si è subito riscattato e guida la classifica Moto2 con 21 punti di gap su Luthi. “Tuttavia mi sono divertito ad Aragón. Sapevo che la prima parte della gara sarebbe stata molto difficile per me con il serbatoio pieno, ma il mio ritmo è diventato sempre migliore.Ho raggiunto Franco, l’ho superato, ma è tornato. Negli ultimi giri abbiamo combattuto l’uno contro l’altro. Ho apprezzato questa lotta perché ci conosciamo molto bene – ha sottolineato Mattia Pasini -. E ‘stata una grande lotta. Nell’ultimo turno, era più forte nella quarta sezione, non potevo più attaccare. Ma sono stato contento di questo. Mi piacciono queste gare”.

Una sfida che tanto è piaciuta anche a Morbidelli, nonostante avesse molto più da perdere da un duello ravvicinato. “Era importante per me raggiungere un buon risultato in Aragon. Sento la pressione del titolo, ma in pista scompare. Ecco perché mi sto concentrando sulle migliori prestazioni possibili”. E aggiunge: “Ho cercato di spingere dall’inizio della gara e aprire un vuoto, ma poi Pasini mi ha raggiunto velocemente e ho dovuto prendere una decisione. Mantenere la calma e guidare pensando al campionato. Ho continuato a combattere e sono andato alla vittoria”.