Vettel e Raikkonen: “Giornata positiva, peccato non aver girato di più”

Sebastian Vettel (Getty Images)

Come per tutto il gruppo, anche per la coppia Ferrari l’avvio di weekend di Sepang non è stato dei più tranquilla. Privata di mezz’ora la prima sessione a causa del violento acquazzone che si è abbattuto sul tracciato pochi istanti prima dello start, interrotta da una bandiera rossa ad una trentina di minuti dal termine per l’incredibile incidente occorso a Grosjean.

“Stamane è andata tutto sommato bene e non ci sono stati particolari problemi visto che il fondo si è  via via asciugato. In generale la macchina si è comportata bene, per cui è un vero peccato non aver potuto girare più a lungo e verificare tutte le novità che avevamo portato”. l’analisi di Kimi Raikkonen, 4° e 2°. “Diciamo che avevo nelle corde un tempo migliore ma ho commesso un errore e avendo i set di gomme contingentati non ho potuto riprovarci”. Interrogato poi sul prosieguo del fine settimana il finnico ha affermato: “Domani sarà un altro giorno, dunque è impossibile dare giudizi finché non avremo più chiaro dove sono gli altri”. Infine sul botto del pilota Haas per un un tombino sollevato che avrebbe potuto capitare a lui essendo passato giusto un momento prima Iceman si è schierato dietro ad un no comment.

Dall’altra parte del box Sebastian Vettel, 5° e 1°,  sembra condividere le stesse sensazioni. “Questa mattina abbiamo avuto condizioni miste per cui non so se potremo andare bene sul bagnato. In generale la mia SF70-H si è comportata meglio nel pomeriggio ed infatti volevamo fare qualche esperimento, ma la red flag per Romain ci ha interrotto. Spero di poter recuperare sabato”. Il tedesco ha in seguito minimizzato il distacco inflitto ad Hamilton, pari a 1’4. “Al venerdì ognuno svolge un suo programma, di conseguenza sono convinto che domani sarà lì con noi”. E sulle possibilità della Rossa di fare il risultato ha sostenuto: “Abbiamo una macchina competitiva, dunque spetterà a noi farla funzionare qualsiasi saranno le condizioni. La Red Bull pare particolarmente forte con la pioggia. E’ comunque complicato fare previsioni. Quest’anno abbiamo avuto maltempo in sole due occasioni, qui e a Monza nelle qualifiche, il che significa che non abbiamo una gran quantità di dati a disposizione. Dovremo rimboccarci le maniche”.

Chiara Rainis