Ducati rincorre Lorenzo, ma lascia a piedi Dovizioso?

Ducati (©Getty Images)

In casa Ducati si stanno rivivendo emozioni ormai sopite da tempo. Dopo l’Era Stoner, infatti, a Borgo Panigale si ritorna a concorrere per il mondiale con Andrea Dovizioso, che sta sfidando nella corsa al titolo il campione in carica Marc Marquez. Eppure ad inizio stagione il team italiano non pensava di certo di ritrovarsi in questa situazione con il pilota forlimpopolese.

Il mega ingaggio offerto a Jorge Lorenzo unito ai suo risultati passati in MotoGP faceva presagire ad un probabile ruolo di prima guida da parte dello spagnolo all’interno della Ducati, ma sin qui, così non è stato. L’ex Yamaha, infatti, si è ritrovato intruppato in una situazione davvero particolare.

Lorenzo cresce, Dovizioso no

In questa annata, infatti, Jorge Lorenzo ha sofferto maledettamente la nuova moto. Dall’altro lato del box, invece, vi è stata una crescita esponenziale da parte del compagno di squadra Andrea Dovizioso che lo ha portato addirittura in lotta per il mondiale.

In casa Ducati però in questi ultimi mesi si è continuato a lavorare incessantemente per rispondere alle esigenze di Jorge Lorenzo che vuole una moto meno potente e più dolce nelle curve. I risultati indubbiamente stanno arrivando, ma a che prezzo?

Nelle ultime due gare Jorge Lorenzo è sembrato decisamente la Ducati più in palla, un dato letteralmente in controtendenza rispetto a tutto il resto della stagione. A San Marino, infatti, sino alla caduta lo spagnolo era nettamente in testa con un ottimo vantaggio su tutti gli altri. Dovizioso, invece, pur essendo un esperto di gare bagnate, ha chiuso 3° non sembrando mai in grado di attaccare i primi.

Peggio ancora è andata ad Aragon dove Jorge Lorenzo è stato per larghi tratti in testa alla corsa e alla fine ha chiuso sul podio, mentre Andrea Dovizioso si è dovuto accontentare del 7° posto finale. Insomma sembra proprio che lo spagnolo stia facendo dei passi da gigante su questa Ducati, ma dall’altro lato questi cambiamenti non stanno giovando per niente ad Andrea Dovizioso, che si sta allontanando dai primi.

Indubbiamente i problemi lamentati dai due piloti in questi mesi sono sempre stati simili, ma probabilmente le forzature fatte per adattare questa Ducati allo stile di Lorenzo la sta allontanando da quello che è il modo di guidare di Dovizioso. La scelta operata da Borgo Panigale è comprensibile, ma non condivisibile al 100%. Per quanto dimostrato in questa annata, probabilmente Dovizioso meritava che Ducati rincorresse lui e non certo Lorenzo.

Antonio Russo