MotoGP, Doohan: “Dovizioso non è al livello di Marquez”

Marc Marquez e Andrea Dovizioso (©Getty Images)

A quattro gare dalla fine del Motomondiale la corsa al titolo iridato vede un pilota favorito, Marc Marquez, e un unico diretto inseguitore, Andrea Dovizioso. 100 i punti ancora da assegnare e i colpi di scena dietro l’angolo potrebbero rimettere in gioco anche Maverick Vinales. Ma secondo Mick Doohan, cinque volte campione della classe 500, i giochi sarebbero ormai fatti.

Quattro vittorie, due podi e una Ducati ancora da perfezionare consentono di tenere vive le speranze del Dovi. Ma i cinque trionfi e quattro podi del campione in carica cominciano a far rumore in questo finale di stagione MotoGP. Tra una settimana prenderà il via il celebre trittico orientale prima della manche finale a Valencia. E’ qui che si gioca il titolo di campione del mondo 2017. Eppure Mick Doohan sembra avere le idee già ben chiare, escludendo a prescindere eventuali sorprese.

Dopo la gara in Catalunya Marc Marquez è sempre salito sul podio, eccezion fatta per la sfortuna dell’avaria al motore nel GP di Silverstone. “Marc sta prendendo fiducia in se stesso e ora ci sono solo 100 punti da guadagnare ed ha un vantaggio di 16 punti (…). Ma penso che Marc sia troppo forte in questo momento. La realtà è che Marquez è avanti, anche se non può guidare in difesa, ma Honda è in ottima posizione, si sente forte… ha solo poche gare, dove ha guidato bene l’anno scorso”.

Il fenomeno di Cervera deve i suoi successi recenti al suo stile di guida audace e aggressivo. Un Dna differente da quello di Andrea Dovizioso, più silenzioso, analitico, riflessivo. La gara di Misano ha messo in risalto le differenze di carattere. “Non è allo stesso livello di Marc”, ha concluso l’ex campione australiano intervenendo a Servus TV. “Ma forse mi sbaglio, forse Dovizioso mi insegna diversamente”.