Williams conferma: “Robert Kubica ci interessa”

Robert Kubica (©Getty Images)

Svincolato dall’impegno almeno morale che dal 2011 lo legava alla Renault, Robert Kubica ha cominciato a guardare altrove. Saltata la possibilità di vederlo sulla RS17 in Malesia in occasione della prima sessione di prove libere, il polacco, che evidentemente è stato scartato a favore di Carlos Sainz, non ha però smesso di far parlare di sé. In particolare il suo nome, sicuro veicolo di attenzione mediatica, è stato più volte affiancato dagli addetti ai lavori a quello della Williams. Un’indiscrezione che la squadra ha voluto confermare.

“Al momento stiamo valutando diverse opzioni per il 2018 e Robert è effettivamente una di queste”. Ha rivelato un portavoce della scuderia di Grove a F1i.com pur nicchiando sul test privato che il driver di Cracovia dovrebbe effettuare a breve su una monoposto del 2014.

Qualora la scelta dovesse ricadere su di lui per Felipe Massa sarebbe pensionamento vero dopo quello durato appena qualche settimana del post Abu Dhabi 2016. “Sinceramente non ho molte possibilità sul tavolo se voglio rimanere in F1”. Ha ammesso il brasiliano. “Di conseguenza o la Williams o niente, a meno che non capiti qualcosa di sorprendente come visto lo scorso anno con Nico Rosberg, che ha annunciato il ritiro all’improvviso. E’ bene però riconoscere che colpi di scena del genere non capitano tanto spesso. In realtà, sto discutendo soltanto con il mio attuale team e non credo che da qui a fine campionato ci saranno cambiamenti”.

Interrogato in seguito sull’opportunità Formula E, di cui ha già provato un’auto e che di recente ha giudicato come allettante, il vice-iridato 2008 ha preferito però non sbilanciarsi rimanendo sul vago. “Non ne so nulla”. Ha affermato. “Come detto con il mio management stiamo parlando con i vertici di Grove per capire cosa intendono fare in futuro. Quando avranno preso una decisione, allora anch’io potrò scegliere dove andare”.

Per quanto concerne Kubica la situazione potrebbe essere più complicata del previsto, dato che papà Stroll starebbe prenotando per il figlio Lance tutti i test possibili per evitare di fargli fare brutta figura in pista nei weekend di gara.