Villeneuve contro la Honda: “Stupido chi si affida al suo motore”

McLaren Honda (©Getty Images)

Jacques Villeneuve non è uno che si tira indietro quando ci sono da rilasciare dichiarazioni al vetriolo e anche questo caso non ha rappresentato un’eccezione.

Bersaglio dell’occasione la Toro Rosso, rea di aver firmato per il 2018 un contratto con la Honda per la fornitura del propulsore. Una decisione avventata secondo il canadese e motivata soltanto dalla fame di denaro della sorella minore della Red Bull, considerato che assieme ai nipponici arriverà un cospicuo assegno, seppur lontano da quello da 100 milioni di dollari strappato per la McLaren nel travagliato triennio 2015/2017.

“Non capisco la scuderia di Faenza. Hanno visto cosa è successo nelle ultime stagioni con il team di Woking. Come possono pensare che questa partnership li aiuterà a risalire lo schieramento?”. La domanda retorica posta ad Autosport. “Prendere soldi per andare piano è una scelta che dopo due campionati presenta il conto. E’ vero. A quel punto potranno avere più liquidità a disposizione, ma a che pro? Per arrivare ultimi?”.

Non contento, il figlio d’arte ha tirato pure una bordata ai paganti, altro tema per lui caldo: “E’ un po’ come assumere piloti lenti che però hanno il portafoglio pieno. Si finisce a gambe all’aria. Parliamoci chiaramente la McLaren è sopravvissuta solo per il suo nome, ma per la Toro Rosso si tratta di un vero e proprio azzardo. Dovrà stare attenta”.

L’iridato 1997 di F1 ha infine mostrato altrettanti dubbi a proposito delle capacità del colosso giapponese di riprendersi dopo un periodo tanto buio. “Abbiamo potuto assistere a prestazioni che ci possono confortare che andrà così? Non mi pare. A mio avviso dovrebbero rinnovare completamente il progetto motore, perché quello attuale è sbagliato,  a meno che qualcuno non lo costruisca per loro e inserisca il nome Honda”. Ha concluso Villeneuve sostenendo che per il Gruppo di Sakura sarà ancora più complicato risalire la china avendo per cliente un team piccolo.

Chiara Rainis