Dani Pedrosa: “Buona gara, ma Rossi è stato scorretto”

Dani Pedrosa (©Getty Images)

Partito sesto e arrivato secondo, Dani Pedrosa non può che essere soddisfatto del suo GP di Aragon anche se l’aver mancato una vittoria che sentiva di avere come potenziale lo ha non poco indispettito.

“Oggi avevo il passo per provare ad arrivare al successo, ma purtroppo la partenza non è stata buona, inoltre ho perso molto tempo nel tentativo di passare Vinales in quinta piazza. Purtroppo per me Maverick ha guidato bene e non ha mai commesso errori, entrava rapido nelle curve, mentre io dovevo uscire con cautela per evitare di non strapazzare troppo le gomme medie. Per superarlo ho preso qualche rischio, ad ogni modo la rimonta è stata divertente ed emozionante. E’ stata sicuramente una delle mie più belle gare della stagione”. Ha confessato il pilota Honda alla fine. Parlando invece delle chance iridate il 32enne ha ammesso: “Oggi ho perso altri 5 punti nei confronti di Marquez. Sono quarto, quindi ho recuperato una posizione. Bisognerebbe provare a guidare così in tutti i weekend, ma non è possibile perché non si ricreano sempre le stesse sensazioni con le coperture e la moto”.

In seguito Pedrosa si è lamentato della manovra di Valentino Rossi al giro 15, quando per difendere la sua piazza d’onore lo ha accompagnato all’esterno del tracciato in un punto dove si sfiorano i 300 km/h. “Se guardate le immagini, ero completamente sulla riga bianca e il mio manubrio era veramente ad un soffio dal suo, di conseguenza non credo che sia stata una mossa leale”. Ha detto #29. “In quella zona puoi anche spostarti sulla sinistra, ma mandare chi ti sta sorpassando sulla linea quando si sta andando a una velocità tanto elevata, non è la cosa migliore. Non è giusto non lasciare spazio agli altri. Non è bello, ma per fortuna dopo che l’ho passato sono riuscito ad andare a prendermi il podio”.