Nuove regole F1: addio partenze anticipate, novità superlicenza e roadshow

Partenza F1 (©Getty Images)

La FIA ha annunciato nuove regole sullo start jump a partire 2018. Le “partenze anticipate” hanno suscita qualche perplessità dopo i casi di Valtteri Bottas in Austria e di Sebastian Vettel a Shanghai. Sul circuito dello Spielberg il finlandese è partito un millesimo dopo lo start. anche se i filmati onboard avevano evidenziato un movimento della monoposto una frazione di secondo prima dello spegnimento delle cinque luci.

Con una buona dose di fortuna il pilota Mercedes si è guadagnato il titolo di partenza più veloce della storia della F1. Ma il mancato penalty ha suscitato le polemiche degli avversari. Ma a spingere la FIA al cambiamento delle regole è quanto avvenuto in Cina, con Vettel leggermente spostato in avanti, tanto da non consentire al sensore di rivelare un’eventuale falsa partenza. Dal prossimo anno, per assicurarsi che i piloti ricoprano la giusta posizione e non ci sia spazio a false partenze, la FIA ha deciso di montare un transponder sulle vetture. L’attuale regolamento FIA, all’articolo 36.13, prevede un drive through o uno stop & go di 10 secondi in caso di partenza anticipata o errore di posizionamento in griglia. Le sanzioni saranno identiche anche dal prossimo Mondiale.

Nuove normative anche per ottenere la superlicenza di Formula 1. Saranno necessari sempre 40 punti nelle ultime tre stagioni. La strada di accesso più veloce verso il Circus resta la Formula 1, che attribuisce 40 punti ai primi tre classificati. Idem per il vincitore della Indycar. In Formula 3 è stata rivista l’assegnazione dei punti. Fino al 2017 venivano garantiti 40 punti al campione in carica ed un punteggio decrescente in base alla classifica. Dal 2018 saranno elargiti 30 punti al vincitore, 25 al secondo e 20 al terzo classificato, poi un punteggio minore decrescente fino al decimo. Lo stesso sistema di punteggio sarà garantito anche in Formula E.

La FIA ha stabilito nuove regole anche per i road show organizzati da Liberty Media. I team potranno utilizzare le monoposto più recenti. Ad esempio a luglio gli organizzatori del Mondiale hanno promosso un evento nel cuore di Londra, con le scuderie costrette a scendere in strada con vetture del 2015 o antecedenti. Haas e Force India sono state costrette a non partecipare, la Renault invece è scesa in pista con auto storiche. Dal prossimo anno potranno impiegare le monoposto della stagione in corso. Resterà in vigore il limite di 15 km massimi da percorrere per ogni singolo evento.