Dovizioso in testa al mondiale, ma Ducati segue Lorenzo

Ducati (©Getty Images)

In casa Ducati è giunto il momento di fare un piccolo bilancio dell’annata. La soddisfazione c’è, ma è sporcata da un pizzico di delusione. A Borgo Panigale, infatti, avevano puntato tutto su Jorge Lorenzo. Lo spagnolo, pagato profumatamente doveva rappresentare il futuro della Rossa.

Purtroppo per Ducati però così non è stato. Jorge Lorenzo, infatti, ha portato a casa sinora davvero scarsi risultati, risultando spesso addirittura alle spalle della Desmosedici clienti di Petrucci. A Borgo Panigale però possono consolarsi con un Andrea Dovizioso formato mondiale.

Novità in casa Ducati

Il pilota italiano, infatti, ha vinto ben 4 Gran Premi e attualmente è in testa alla classifica iridata. Dovizioso sta vivendo la migliore annata della propria carriera e sinora ha messo insieme prestazioni davvero di alto profilo.

Nonostante ciò però Ducati sembra continuare a privilegiare Jorge Lorenzo nello sviluppo della moto. Come riportato da “Motorsport.com”, infatti, Ciabatti, in merito ai nuovi sviluppi ha così affermato: “Penso che Dovizioso sia abituato ad alcune caratteristiche della Ducati, che non abbiamo ancora risolto. Sa come gestirla poiché sono difficoltà affrontate negli ultimi 5 anni”.

Il dirigente Ducati ha poi proseguito: “Quando le avremo corrette aiuteranno sia Jorge e che Andrea. Per lo stile di Lorenzo queste novità saranno molto importanti, ma anche per Dovizioso lo saranno. Jorge ha firmato con noi dopo 9 anni passati in sella ad una moto diversa, quindi sta imparando. Andrea, invece, sa quali sono i punti forti della nostra moto e grazie a tutto questo è in grado di gestire meglio le situazioni. Un motore più dolce però aiuterà anche lui”.

Insomma, Jorge Lorenzo chiede, Ducati esegue. Naturalmente l’esborso economico per il pilota spagnolo spinge i vertici di Borgo Panigale a puntare su di lui per lo sviluppo della moto. La speranza è che effettivamente le modifiche richieste dall’ex Yamaha servano anche a Dovizioso per proseguire la sua corsa mondiale.

Antonio Russo