Van der Mark: “Guidare la moto di Valentino mette pressione”

Michael van der Mark (photo Facebook)

Mercoledì Valentino Rossi deciderà se parteciperà al GP di Aragon. Dopo il test privato sul circuito di Misano, interrotto per pioggia dopo pochi giri, sono ore di attesa per conoscere il responso finale. Domenica scorsa il sostituto designato Michael van der Mark ha festeggiato il suo primo podio stagionale nel Campionato del Mondo Superbike. A Portimão l’olandese è arrivato secondo in Gara 2 ed è pronto per la grande avventura in MotoGP.

L’emozione è tangibile nelle parole del pilota olandese. “Non dormirò tutta la settimana. “Sarà un’esperienza incredibile. Yamaha mi ha detto che devo godermela. Non mi fanno pressione. Ma non puoi guidare la moto di Valentino e non provare nessuna pressione. Ma voglio godermela al massimo e imparare il più possibile. Il mio obiettivo è lavorare bene con la squadra e migliorare ogni giorno sulla M1”.

Nessun obiettivo podio per Michael van der Mark, ma tanta voglia di instaurare un buon feeling con la Yamaha YZR-M1. Cosa potrebbe consigliargli il Dottore? “Penso che lui avrebbe semplicemente detto: ‘Guarda la mia moto’. Anche lui sa che non ho mai guidato una MotoGP”. I tifosi di Van der Mark sono entusiasti della sua opportunità in classe regina. “Sono entusiasti nei Paesi Bassi, anche al livello di SBK. Ma essere annunciato come pilota di MotoGP è diverso, perché tutti conoscono il Campionato del Mondo MotoGP. I Paesi Bassi hanno due motociclisti di grande successo come Jeffrey Herlings e Max Verstappen. Ecco perché è sempre tranquillo intorno a me. Ma nell’ultima settimana ho visto scrivere molto su di me”.