Graziano Rossi: “Valentino sente dolore”. Aragon diventa un rischio

Valentino Rossi (©Getty Images)

Saranno ore di fermento per conoscere la decisione di Valentino Rossi dopo il test privato di Misano. Tutto è stato svolto nella massima riservatezza, anche se da tempo erano puntati gli occhi di appassionati intorno al circuito di San Marino. Il rebus sarà sciolto solo nella giornata di mercoledì, dopo che avrà effettuato ulteriori giri in sella alla Yamaha R1.

Interpellato da Motorsport.com papà Graziano non ha saputo dare molte informazioni. “Mi sono informato perché non ne sapevo nulla. Vale ha percorso solo sette o otto giri sulla pista di Misano prima che iniziasse a piovere. Mi hanno detto che ha sentito molto dolore alla gamba destra, ma non ha capito in così pochi giri se è in grado di anticipare il ritorno in MotoGP ad Aragon oppure no”.

La miglior ipotesi prevede la sua partecipazione alla prima sessione di prove libere del GP d’Aragona. Solo al termine della FP1 deciderà se proseguire e rischiare. Perchè di rischio si tratta considerando che i medici avevano preventivato un periodo di stop di 40 giorni, mentre ne sono passati solo la metà. La sua partecipazione al prossimo Gran Premio potrebbe avere del miracoloso.

“L’idea è di tornare a Misano Adriatico domani (oggi, ndr) – ha aggiunto Graziano Rossi -, sperando che ci sia un momento in cui la pioggia possa dare tregua e Valentino possa tornare in pista per capire se è possibile rischiare la trasferta ad Aragon, oppure no”. D’altronde la YZR-M1 sottopone il fisico a sollecitazioni ben maggiori rispetto alla R1, quindi anche in caso di esito positivo il rischio permane. Non resta che attendere il verdetto finale.