Giacomo Agostini: “Valentino Rossi deve correre se sta bene”

Giacomo Agostini (©Getty Images)

Valentino Rossi potrebbe correre già ad Aragon nel prossimo weekend. Le possibilità sono poche, ma comunque esistono. Ieri il ‘Dottore’ ha fatto i primi giri, precisamente quattro, a Misano su una Yamaha R1M. Poi la pioggia ha interrotto il test. La decisione definitiva dovrebbe arrivare entro domani.

Sicuramente sarebbe qualcosa di miracoloso vedere Rossi in pista ad Aragon. Dopo la frattura di tibia e perone, in pochi si attendono un ritorno alle corse così prematuro. Valentino ha abituato a stupire, però stavolta con le condizioni fisiche non bisogna scherzare. E’ importante che il 38enne pilota non rischi troppo, ma che ritorni solamente quando realmente in grado di correre in buona forma. Il titolo sembra ormai sfumato e pertanto non varrebbe neppure la pena di azzardare.

Giacomo Agostini, leggenda del motociclismo, all’agenzia Ansa si è così espresso sul tema: “Valentino Rossi vuole gareggiare ad Aragon? Se lo farà evidentemente si sente bene. Mi sembra prematuro, vediamo. In fondo, a Misano, ha fatto qualche giro. Nessuno fa miracoli. Magari l’operazione è andata nel migliore dei modi e Valentino si sente bene. Se si sente bene, perché non dovrebbe non correre?”.

Il quindici volte campione del mondo ritiene che il rider Yamaha debba rientrare se se la sente e sta bene, altrimenti è meglio tornare tra un po’: “C’è chi guarisce subito e chi no, Io una mi ruppi la spalla, mi faceva un male terribile e tornai solo dopo un mese. Forse magari non c’erano gli antidolofici di oggi. Ma, se uno se la sente, può gareggiare. Se corre è perché si sente in grado di farlo. Sono cose difficili da preventivare o giudicare. Tornare solo per partecipare alle prove non avrebbe senso, fare la gara si”. Vedremo se Valentino Rossi ce la farà per Aragon oppure rientrerà solamente a Motegi.