Lewis Hamilton: “Vittoria a sorpresa su un circuito a noi poco congeniale”

Lewis Hamilton (Getty Images)

Doveva cercare di salvare il salvabile ed invece Lewis Hamilton è uscito trionfatore da un GP di Singapore che ha alternato fasi concitate a momenti di sonno intenso.

Aiutato dal ko delle Ferrari al via, con ausilio del solito Max Verstappen, l’inglese della Mercedes ha preso il vertice e non l’ha più lasciato. “Sono veramente felice di questo risultato sebbene sia figlio di un episodio che ha giocato a nostro favore”. Ha riferito al termine. “Per questo appuntamento mi ero preparato al massimo. Ho cercato di restare concentrato e alla fine mi è andata bene. Per qualche motivo Red Bull e Ferrari si sono dimostrate davvero competitive sin dal venerdì, per cui sinceramente quando abbiamo cominciato con le intermedie pensavo sarebbe stata una lotta ravvicinata ed invece c’è stato l’incidente”.

“E’ la prima volta qui con la pioggia ed è stata davvero dura”. Ha proseguito nell’analisi. “Tuttavia sapevo che se avesse fatto brutto per me sarebbe stato un bene. Ero infatti consapevole di avere un passo abbastanza veloce per vincere in condizioni del genere”. Quindi a proposito della decisione della FIA di far scattare la gara normalmente malgrado qualche goccia il tre volte iridato ha detto: “All’inizio non c’era molto spray, dunque è stata la scelta migliore”.

E sul consolidamento della leadership iridata ha minimizzato: “Per me non cambia nulla. Il mio approccio resterà un misto di cautela e aggressività. Per ora comunque voglio solo celebrare il successo. Ad essere sincero ero partito con la speranza di limitare i danni e all’opposto mi sono ritrovato sul gradino più alto del podio. Considerato che questo è uno dei nostri circuiti meno congeniali assieme a Monaco dobbiamo dunque essere felici. Per il prosieguo di stagione mi attendo invece di essere competitivo in Malesia, mentre in Giappone mi aspetto battaglia con i diretti avversari, così come il Messico”.

Infine sulla possibilità di raggiungere i 7 centri mondiali di Michael Schumacher Hamilton ha concluso: “Qualcuno prima o poi ce la farà. Non so però se sarò io. Al momento vado passo per passo”.

Chiara Rainis