Max Verstappen: “Vittima del sandwich Ferrari. Non capisco Vettel”

Max Verstappen
Max Verstappen (©Getty Images)

Max Verstappen protagonista della partenza shock del Gran Premio di Singapore. Pure lui coinvolto nell’incidente con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen allo start. Contatti fatali tra le vetture e tutti ritirati.

Sicuramente grossa delusione per l’olandese, che partiva dalla seconda casella e poteva fare una grande gara. La sua Red Bull tra Prove Libere e Qualifiche si era mostrata competitiva. Invece è arrivato l’ennesimo zero di una stagione pesantemente negativa per colui che era stato la rivelazione in quella passata.

Al termine della corsa Verstappen si è così espresso ai microfoni di Sky Sport: “Vettel in partenza è venuto verso di me, ma io non potevo andare a sinistra perché c’era Kimi. Sono finito in un sandwich. Ho cercato di frenare, però mi hanno stretto e mi hanno toccato e la gara è finita. Ho visto Kimi che stava superando e andando a destra, Sebastian veniva verso sinistra e non potevo farci niente. Non capisco Vettel, sta lottando per il campionato e forse avrebbe perso una o due posizioni, una sarebbe andata al suo compagno di squadra e la Ferrari gliela avrebbe restituita sicuramente. Io stavo cercando di lottare per la vittoria. Lui sarebbe stato comunque davanti ad Hamilton. E’ un errore che gli costa tantissimo per il campionato. Comunque sono contento che ci siamo ritirati tutti e tre, l’errore non è costato solamente a me. Non è un incidente di gara, sono stato una vittima incolpevole di quello che hanno fatto”.

Il figlio d’arte si sente incolpevole di quanto avvenuto. Secondo lui le responsabilità sono dei piloti in Ferrari. In particolare è Vettel a entrare nel mirino della sua critica. A suo avviso il tedesco ha commesso un grosso sbaglio e ciò può costargli il titolo mondiale di F1 2017.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)