F1 Singapore, Vettel: “Cos’è successo?”. Raikkonen: “Che peccato”

Sebastian Vettel Kimi Raikkonen
Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Gran Premio di Singapore 2017 completamente da dimenticare per la Ferrari. Doveva essere una gara da potenziale vittoria, considerando pure la pole position conquistata da Sebastian Vettel. Invece, in partenza sia il tedesco che Kimi Raikkonen sono finiti k.o. dopo una carambola clamorosa che ha coinvolto anche Max Verstappen.

I ferraristi si sono messi da soli fuori dai giochi e ciò ha spalancato la porta alla vittoria di Lewis Hamilton. L’inglese ringrazia, conquistando 25 punti che lo portano in fuga su Seb. Adesso sono 28 le lunghezze di vantaggio del pilota Mercedes sul rivale. Oltre un GP di distanza. Il team di Maranello non può più sbagliare. E rischia pure di essere tardi, nonostante manchino diverse gare alla fine.

F1, Singapore GP: parlano Vettel e Raikkonen

Sebastian Vettel ai microfoni di Sky Sport ha così commentato quanto avvenuto: “Non ho molto da dire. Ho fatto una partenza nella media. Ho visto Max che si avvicinava e ho cercato un po’ di chiudere la porta, poi subito dopo ho subito un colpo su fianco ed è finita lì. Non so se ci sono colpevoli. Negli specchietti ho visto Verstappen, dopo Kimi mi ha colpito sul fianco e non so cosa sia successo tra loro. Sono brutte cose che capitano”.

Kimi Raikkonen invece si è espresso in questi termini: “Non so se Max non mi ha visto o meno: bisognerebbe chiederlo a lui. Sono cose che capitano, anche se abbiamo pagato un prezzo troppo salato. E’ un vero peccato che sia finita così, avevo fatto bene i primi 100 metri. Incidente di gara? Vediamo cosa diranno i commissari, anche se non cambierà più nulla a questo punto”.

I commissari hanno considerato l’episodio come un incidente di gara senza responsabilità. Dunque nessuna sanzione per i protagonisti della partenza shock di Singapore.