Kimi Raikkonen: “Qualifiche al di sotto delle attese”

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Tutto sommato il quarto posto ottenuto al termine di una sessione di qualifiche di Singapore piuttosto tirata non è da buttare, ma Kimi Raikkonen, pur più rilassato e sorridente rispetto a venerdì sera non esita a parlare di risultato deludente al di sotto delle attese.

“Finora il mio è stato un fine settimana piuttosto complicato, di conseguenza quanto raccolto è ben lontano dall’ideale, tuttavia questa è la realtà e bisogna farsene una ragione visto che indietro non si può tornare. Per quanto mi riguarda farò il massimo possibile in corsa per portare a casa un piazzamento migliore, considerato che la casella di start non è poi così penalizzante”. Ha affermato Iceman davanti al piccolo gruppetto di media interessati alle sue parole.

“Nel complesso ci è mancato il grip e la consistenza. In circuiti tanto complessi, dove ci sono curve continue è importante trovare un buon compromesso, però difficilmente si riesce ad avere una macchina perfetta in tutte le aree. Analizzando la mia performance in qualifica i tempi si sono rivelati più competitivi, ma come detto le sensazioni non sono state ottimali. Dunque abbiamo ancora tanto lavoro da fare”. Ha riflettuto il driver Ferrari. Quindi a proposito degli avversari ha rivelato: “Sinceramente avevo parecchio da fare e non sono stato a guardare le altre scuderie. Di certo né ieri, né oggi nel pomeriggio avevamo il passo della Red Bull. Ad ogni modo spesso al venerdì si gira con poco carico e non si conoscono le strategie degli concorrenti, motivo per cui chi sembra in forma in quel momento potrebbe anche non esserlo. Per domani però non possiamo che aspettarci una nuova lotta con Verstappen, Ricciardo e il duo Mercedes”.

“Non va dimenticato inoltre,  che qui di solito entra la safety car. In quel caso bisognerà dimostrarsi bravi ed essere anche fortunati per fermarsi al momento giusto e non venire invece danneggiati”. La conclusione di Raikkonen.

Chiara Rainis