Valentino Rossi, chi ha rubato le lastre rischia grosso

Valentino Rossi (Getty Images)

Abbiamo raccontato ieri della radiografia della gamba di Valentino Rossi rubata presso l’Ospedale Riuniti di Ancona. Un fatto curioso che comunque avrà inevitabilmente dei risvolti per il colpevole.

Il direttore generale Michele Caporossi ai microfoni de Il Resto del Carlino: «Il responsabile di quel gesto rischia il licenziamento. Non spetta direttamente a me decidere, c’è una struttura specifica che si occupa dei provvedimenti disciplinari. È chiaro che il mio parere verrà ascoltato e le assicuro che andremo a fondo. Tecnicamente il soggetto rischia una sanzione grave e un provvedimento finalizzato al suo licenziamento è possibile».

La persona che si è resa protagonista dell’episodio potrebbe essere licenziata. Un provvedimento pesante comunque arriverà. Probabilmente questa persona per il furto telematico ha utilizzato una password non sua. In quel caso nei guai ci finirebbe anche chi ha maldestramente permesso ad altri di conoscere quella parola chiave. La Polizia Postale sta indagando per arrivare a delle conclusioni in merito alla vicenda. Servono degli accertamenti approfonditi, prima che la Procura ravvisi ipotesi di reato. Ad ogni modo, le foto (poi cancellate) delle lastre di Valentino Rossi son finite sui social network e qualcuno deve esserne responsabile.

Un dipendente, sempre a Il Resto del Carlino, si è così espresso: «L’azienda mi ha convocato per chiedere per quale motivo fossi entrato nell’archivio e avessi aperto il file del referto di Valentino Rossi. Sono un addetto ai lavori, volevo vedere cosa era accaduto. Io non ho nulla da nascondere». Nei prossimi giorni verrà fatta luce su questa storia. Il colpevole salterà fuori.