Sebastian Vettel: “Non sono riuscito a finire il giro veloce”

Sebastian Vettel (Getty Images)

Partita con i galloni della favorita in questo caldo weekend di Singapore, la Ferrari almeno nelle prime due sessioni di libere non è riuscita a lasciare il segno quanto avrebbe voluto. Se nel primo turno Vettel ha acchiappato una buona piazza d’onore, con Raikkonen soltanto settimo, nel secondo Seb non è andato oltre l’undicesimo e Iceman oltre al nono.

“Non sono ancora riuscito a trovare la chiave per fare un buon giro di qualifica”. Ha ammesso alla fine il tedesco, apparso abbastanza deluso. “Nel complesso è stata una serata dalle sensazioni miste. In particolare ho nel mio secondo tentativo ho perso la macchina, quindi non posso definirmi soddisfatto al 100%. Mi manca ancora un po’ di bilanciamento e di fiducia. Ho provato un paio di novità, ma non so se sia la cosa migliore adottarle. Adesso andremo ad analizzare e capire perché non siamo andati bene. Di certo non possiamo essere contenti, per cui ci tocca rimboccarci le maniche”. Interrogato in seguito sul numero delle soste possibili e sul proposito della Red Bull di farne solo una, Vettel ha affermato: “Oggi è venerdì e ogni team ha lavorato su gomme differenti, dunque è presto per dire quanti stop si faranno”.

Laconico come al solito il driver di Espoo che pur davanti ad un responso non esaltante ha comunque predicato la calma e il no panic. “Parlare di passo gara è prematuro dato che non sappiamo cosa hanno fatto i nostri avversari. Ovviamente è stata una giornata tutt’altro che ideale, ad ogni modo è inutile dilungarsi visto che il fine settimana è appena partito. In generale come sempre abbiamo fatto degli esperimenti, però adesso occorre migliorare”.

Per la Rossa il GP di Marina Bay potrebbe rivelarsi più insidioso del previsto considerate a forza e la competitività mostrata da entrambe le Red Bull e il pericolo Mercedes sempre latente.