Van der Mark: “Sostituire Rossi è un regalo di Natale”

photo Facebook

Manca poco più di una settimana al debutto di Michael van der Mark in sella alla Yamaha MotoGP di Valentino Rossi. Non sarà certo una scampagnata per il pilota olandese della SBK che finora non ha mai testato la YZR-M1. “Sarà un week-end difficile”, ha ammesso al momento dell’annuncio ufficiale.

Nel Motomondiale vanta poco più di una decina di presenze tra classe 125 e Moto2 in veste di wildcard. Poi due stagioni (2011-2012) complete nel Mondiale Supersport dove ha conquistato un titolo iridato. Nelle ultime tre stagioni ha corso nel World SBK, prima in sella ad una Honda, dal 2017 su una R1 del team Pata Yamaha. Una moto molto diversa dalla M1 del team Movistar della classe regina.

“E’ una moto completamente diversa, ma sono veramente felice di essere in sella a una delle migliori moto MotoGP del mondo. Non so cosa aspettarsi, tutte le parti della moto sono un po ‘diverse, come i freni in fibra di carbonio e le gomme – ha spiegato Michael van der Mark -. Onestamente non so cosa aspettarmi, ma sicuramente sarà una bella moto per correre”.

Sarà impossibile sostituire degnamente Valentino Rossi, ma arrivare al traguardo è giù un buon obiettivo. “La R1 e la M1 sono due moto completamente diverse”. Le uniche conoscenze a disposizione sono le sensazioni avute da Alex Lowes, attuale compagno di box, che ha guidato la M1 satellite nella scorsa stagione, quando ha sostituito Bradley Smith per tre gare. Miglior risultato: 13esimo posto a Silverstone. “Mi ha detto che si trattava di una moto fantastica. E’ così diversa da guidare, ma credo che mi piacerà”, ha aggiunto Van der Mark. “Sono grato per questa opportunità. Questo sarà come un regalo di Natale per me”.