Valentino aiuterà Vinales? Meregalli: “A Valencia si può fare”

Valentino Rossi (©Getty Images)

A poche gare dalla fine del Mondiale MotoGP Honda, Yamaha e Ducati iniziano a farsi qualche conto. Nessun team ammette di voler dare ordini di scuderia, ma è pur vero che esiste un tacito accordo per aiutare il pilota più avanti in classifica. Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci potrebbero agevolare la corsa iridata di Andrea Dovizioso. Dani Pedrosa e Cal Crutchlow giocare a favore di Marc Marquez. E Valentino Rossi, ormai fuori dai giochi per l’infortunio, farà altrettanto per aiutare maverick Vinales?

In attesa di conoscere il parere del Dottore è Maio Meregalli a dare una prima risposta al giornale spagnolo ‘Marca’. “Yamaha non l’ha mai fatto”, ha detto in merito agli ordini di scuderia. “In realtà, la Yamaha è stato in grado, come poteva, di avere davanti due piloti che avevano diverse richieste. Sarà sempre così. In passato, Yamaha non ha mai dato ordini di scuderia e credo che sarà sempre così”.

Resta innanzitutto da capire se Valentino Rossi ritornerà ad Aragon o a Motegi. Nella seconda ipotesi sarebbe ormai impossibile ambire al Mondiale. Di conseguenza Yamaha potrebbe puntare solo su Vinales. “Poi tutto può succedere. Non abbiamo parlato perché non è stato possibile. Non sappiamo. Forse nell’ultima gara si potrebbe pensare di fare… Naturalmente, noi facciamo del nostro meglio affinchè Maverick consegua il titolo. E’ in grado di farlo. Abbiamo visto come era veloce all’inizio dell’anno e ora con il miglioramento della moto va meglio”.

Nonostante sia il suo primo anno in Yamaha lo spagnolo ha le carte in regola per puntare al titolo iridato. basterà risolvere gli ultimi problemi con l’anteriore e l’usura delle gomme nelle fasi finali di gara. E con il nuovo telaio prototipo visto a Silverstone la M1 ha fatto un ulteriore step in tal senso. A Misano sarà l’unico pilota ufficiale, ma ad Aragon, in caso di assenza di Rossi, i vertici Yamaha dovranno trovare un sostituto. “Vale migliora ogni giorno – ha aggiunto Maio Meregalli -. In un primo momento, la sua intenzione era di tornare a Motegi, ma si sa mai. Naturalmente, se non potrà esserci ad Aragon dovremo sostituirlo”.