Valentino Rossi senza sostituti. Yamaha boccia l’idea Tech3

Valentino Rossi (©Getty Images)

Il team ufficiale Yamaha sarà al Gran Premio di San Marino solo con Maverick Vinales. A causa dell’infortunio alla gamba Valentino Rossi salterà la tanto attesa gara di casa che seguirà da casa. Nei giorni scorsi circolavano voci su un possibile rimpiazzo con Jonas Folger o Johann Zarco, ma la casa di Iwata ha deciso di schierare un solo alfiere.

Fra due settimane esatte sarà il turno del GP di Aragon e il Dottore tenterà l’impossibile pur di esserci. Ma il suo ritorno sembra quasi certo per la gara di Motegi, fra cinque settimane, quando la sua condizione fisica dovrebbe essere ottimale. Cosa deciderà di fare il team Movistar Yamaha in Spagna in caso di un secondo forfait? Nei primi giorni della prossima settimana sarà sciolto l’interrogativo.

Nessuna buona notizia arriva dal box Tech3. “Non mi è stato chiesto nulla”, ha detto Jonas Folger sull’argomento. Più speranzoso il compagno di squadra Johann Zarco: “Lascio che il mio manager parli con Herve (Poncharal, ndr)… Certo che sarei stato felice se fosse così. Ho chiesto allora a Herve e al mio manager se ci fosse qualche possibilità, perché ho sentito che si stava parlando di  Zarco. Ma penso che erano solo voci. Yamaha ha detto che non sceglieranno piloti Tech”.

Anche se Rossi avesse richiesto una pausa più lunga, né Zarco nè Folger sarebbero passati al team ufficiale. “Per Aragon Rossi sarà di nuovo in forma. Se no sceglieranno un giapponese”. Un candidato possibile è il collaudatore Katsuyuki Nakasuga, questo week-end impegnato in terra natale con un altro evento di motorsport. Già l’anno scorso abbiamo visto come in caso di infortunio di un pilota ufficiale l’opzione plausibile non è trasferire un rider satellite. E’ successo con Dani Pedrosa che non è stato sostituito da Cal Crutchlow per non penalizzare il team LCR.

A Johann Zarco non resta che mettersi l’animo in pace e attendere tempi migliori per ambire alla Yamaha ufficiale… “Sono felice di tenere la mia moto per il resto dell’anno, questa è la soluzione migliore per lavorare, so cosa devo fare”. Per lui un avversario in meno per lottare al vertice a Misano. “Valentino era qui uno dei favoriti per il podio, ho una migliore possibilità di entrare nella top 5”.

Luigi Ciamburro