Danilo Petrucci: “Felice di poter aiutare Dovizioso”

Danilo Petrucci (©Getty Images)

Danilo Petrucci sbarca a Misano da decimo in classifica, a -2 dalla Yamaha satellite di Jonas Folger. In questa stagione ha registrato cinque ritiri, di cui quattro dovuti a problemi tecnici con la sua GP17. Senza di questi avrebbe potuto lottare per le posizioni alte della classifica, ma con i se e con i ma la storia non si fa.

“Non sto gareggiando per il titolo, non sto combattendo per un risultato più grande. Certamente voglio essere il “top guy” con questa moto, ma ho un sacco di zeri in campionato” ha detto il pilota umbro. “Al momento cinque zeri e quattro di loro non sono colpa mia”. Nonostante una Ducati ufficiale il rendimento sembra al di sotto delle aspettative. “A Barcellona mi sono schiantato, è stato un mio errore, non così le altre quattro volte. Potevo essere davanti a Zarco in questo momento”.

I podi del Mugello e di Assen dimostrano che a Petrux basta un ulteriore step per essere da podio. “Comunque, abbiamo ancora sei gare, tutto è possibile, specialmente quest’anno con le prestazioni delle moto così vicine. Non ho molta pressione, ho solo la pressione per fare del mio meglio e se finisco questo weekend senza rimpianti sarò felice”, ha aggiunto il pilota Pramac Racing. Sappiamo che possiamo fare una grande gara, ma la grande aspettativa spesso porta grande delusione. Quindi non abbiamo aspettative e speriamo che non ci siano illusioni domenica!”.

Se Danilo Petrucci può permettersi un atteggiamento più rilassato, non può fare altrettanto Andrea Dovizioso. Il rider umbro sarà disposto ad aiutare il pilota ufficiale nella corsa al titolo iridato? “Al momento nessuno me l’ha chiesto, ma sì, sarei felice di aiutare Dovizioso. Sarei felice anche perché, se mi viene chiesto, significa che sto combattendo per le posizioni più alte”.