Andrea Dovizioso: “Spiace per Valentino, sarà dura recuperare”

Andrea Dovizioso (Getty Images)

Andrea Dovizioso è approdato a Misano da leader del campionato MotoGP. Una cosa inaspettata per lui, per Ducati e per tutti probabilmente. Si sapeva che il team di Borgo Panigale sarebbe stato più competitivo, ma i risultati sono andati oltre le aspettative.

Il forlivese in conferenza stampa dal circuito intitolato a Marco Simoncelli ha esordito così: “Essere a Misano come leader del campionato non me l’aspettavo, è surreale e sono contentissimo. E’ stato emozionante venire qui da casa, ma il campionato è ancora aperto. Purtroppo Valentino non è qui e non è bello. C’è un avversario in meno per il campionato, però gli altri sono forti e sarà una bella battaglia fino alla fine della stagione”.

MotoGP Misano, Andrea Dovizioso in conferenza stampa

Dovizioso ha le idee chiare per Misano, pista sulla quale solitamente la Ducati non è sembrata essere molto forte negli anni scorsi. Ma stavolta si sente parecchio fiducioso: “Puntiamo a salire sul podio, non lo abbiamo mai fatto e sappiamo che questa solitamente non è una buona pista per la nostra moto. Però quest’anno in altre piste dove non eravamo mai stati forti in passato siamo andati bene. Il metro sarà strano e tutto può accadere. Dobbiamo cercare di gestire il weekend con rilassatezza. A Silverstone non eravamo i più veloci, però abbiamo lavorato nel modo giusto ed eravamo competitivi e abbiamo fatto tutto nel modo perfetto in gara”.

Ad Andrea viene domandato se Valentino Rossi sia stato tagliato fuori dalla lotta per il Mondiale, visto che probabilmente salterà sia Misano che Aragon: “Credo che sarà difficile per lui lottare per il campionato se perderà due gare. Ovviamente dipenderà anche da quanti punti riusciremo a fare noi, però sarà molto complicato per lui recuperare punti”.

Il leader del campionato MotoGP 2017 è ottimista in vista della gara di domenica: “Dopo le ultime due gare sento che posso lottare per il podio. A Silverstone non pensavamo di essere così competitivi. Qui è una pista diversa, ma lavorando bene si può condizionare positivamente il weekend. Abbiamo l’opportunità di essere competitivi, anche se il disegno della pista non aiuta la Ducati”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)