Carlo Pernat: “La Ducati ha sbagliato a prendere Lorenzo”

Carlo Pernat (©Getty Images)

Carlo Pernat viva il mondo della MotoGP da anni e ne è uno dei protagonisti. Grazie a lui tanti piloti di valore sono approdati nel Motomondiale come ad esempio Valentino Rossi. Attualmente è il manager di Andrea Iannone, ma non si sottrae mai a quattro chiacchiere per parlare un po’ di moto.

Durante l’ultima puntata di “Paddock TV”, il famoso manager ha così commentato i recenti fischi ricevuti da Hamilton a Monza: “Il pubblico va sempre rispettato, nel bene e nel male, poi va educato, ma quello è un altro discorso. Nella moto Valentino ha creato un pianeta di fan che va dalla nonna 90enne alla ragazzina 15enne. Trovo sbagliato che la Ducati prenda un pilota come Lorenzo, che io rispetto come pilota, ma che è inviso al 90% dei tifosi italiani, forse l’80% chissà”.

Pernat non condivide la cultura sportiva italiana

Carlo Pernat ha poi proseguito: “Trovo che queste scelte, in base alla cultura che abbiamo, siano delle scelte sbagliate. Io voglio vedere la prima vittoria di Lorenzo e la farà, davanti a Valentino se ci sarà, come sarà la reazione del pubblico. Sarà fischiato dall’80%. Quello che è successo in Formula 1 con Hamilton è successo anche nelle moto”.

L’italiano ha poi concluso: “L’ultima gara di Valencia, dopo quello che era accaduto tra Marquez e Rossi. Tutti avevano paura succedesse qualcosa tra i tifosi dei due, invece, erano assieme a bersi un bicchiere di birra, in Spagna, fosse stato in Italia forse non sarebbe successo”.

Insomma secondo Carlo Pernat il pubblico italiano è abituato ad un certo tipo di cultura sportivo che non combacia alla perfezione con certi personaggi. Purtroppo, sempre troppo spesso, la presa in giro travalica determinati confini diventando violenza verbale o addirittura in qualche caso fisica.

Antonio Russo