GP di Monza 2017 da record con 185,000 presenze

Podio GP di Monza 2017 (©Getty Images)

Alla fine la Ferrari non ce l’ha fatta a conquistare il terreno di casa e si è dovuta accontentare del terzo gradino del podio con Sebastian Vettel. Ciò nonostante e malgrado il maltempo abbia disturbato il sabato, il calore del pubblico non è mancato neppure per un attimo, anzi già giovedì pomeriggio si sono viste persone sedute in tribuna a godersi lo spettacolo della fiumana rossa che faceva la fila per prendere l’autografo dei propri beniamini. Una vera marea di gente che ha reso il GP di Monza 2017 un evento da record, con ben 185.000 presenze. Il 32,8% in più rispetto al 2016 e nettamente superiore agli anni d’oro del Cavallino quando il mattatore Schumacher aveva trascinato un audience di 161,500 unità.

“Durante la mia carriera sportiva ho avuto la fortuna di celebrare una vittoria in questo circuito e so bene quanta energia arriva dalla gente. Sono sensazioni indimenticabili, uniche, che di certo i primi tre classificati avranno assaporato”. Ha dichiarato l’ex ingegnere di Maranello Ross Brown e ora membro della Liberty Media.

“Era la prima volta che partecipavo al round italiano del mondiale e sono rimasto colpito dall’enorme passione che si respira. Un vero sprone, per noi per lavorare ancora di più per implementare lo spettacolo. Sono arrivato tifosi da ogni parte del globo. I numeri conseguenti sono la conferma di quanto la F1 catturi la fantasia delle persone. Ci tengo a ringraziare di cuore tutti coloro che sotto l’acquazzone nella seconda giornata non hanno abbandonato gli spalti in attesa che le condizioni dell’asfalto migliorassero per consentire alla Formula 1 di disputare le qualifiche e alla F1 di gareggiare”. Ha riferito invece il managing director Sean Bratches.

In tema di cifre va sottolineato anche il grande richiamo riscosso dalla Milano Drivers Parade che si è svolta giovedì sera in Piazza Castello nel capoluogo lombardo e che ha visto sfilare alcuni dei piloti del Circus su vetture storiche.

Chiara Rainis