Lewis Hamilton: “Voglio togliere il sorriso a Vettel”

Lewis Hamilton (Getty Images)

Lewis Hamilton arriva nella tana del lupo, quella Monza che tante volte ha sorriso alla Ferrari. Il britannico però è pronto a fare uno scherzetto al suo rivale Sebastian Vettel. La pista, infatti, strizza l’occhio alle caratteristiche Mercedes, i grandi curvoni e i lunghi rettilinei sembrano fatti apposta per le Frecce D’argento, ma il Cavallino Rampante, proprio come a Spa, è pronto a mordere le ruote degli avversari.

Il Gran Premio di Monza è senza ombra di dubbio la gara più antica del mondiale, quella che racchiude dentro di sé più storia. Ecco allora che si intrecciano ricordi, l’ultimo trionfo qui per Ferrari è datato 2010, quando sopra un mare rosso, dal podio più bello del mondo, esultò Fernando Alonso.

Hamilton non nasconde la sua speranza Ferrari

Mercedes però ha dominato le ultime 3 edizioni. Monza porta bene ad entrambi i contendenti per il titolo. Lewis Hamilton ha vinto qui l’ultima volta nel 2015, mentre Sebastian Vettel nel 2013 ed entrambi a fine stagione si sono laureati campioni del mondo.

Nella consueta conferenza stampa pre-gara Lewis Hamilton ha così dichiarato: “Voglio vincere e ridurre il gap da Vettel. Ormai è troppo tempo che sorride, voglio togliergli il sorriso dalla faccia. In passato, quando arrivavo qui mi sentivo nella tana del nemico, ma negli ultimi 4-5 anni l’accoglienza è fantastica anche da parte dei tifosi Ferrari e questo l’ho apprezzato davvero molto”.

Poi il britannico ha proseguito: “Monza è fantastica, la adoro e poi ci sono tantissimi tifosi della Ferrari, ci sono tanti di loro che mi dicono Forza Ferrari e poi mi chiedono di venirci in Ferrari, ma io rispondo con un semplice grazie, perché per me è un complimento. Rinnoverò con la Mercedes, per i 5-6 anni che ancora mi restano da pilota credo che la mia decisione sia diventata ancora più facile dopo il rinnovo di Vettel”.

Insomma sembra proprio che Lewis Hamilton un piccolo pensierino a vestirsi di rosso lo avesse fatto, ma a quanto pare il prolungamento di Vettel gli ha spezzato gli ultimi sogni di poter essere finalmente un pilota della Ferrari.

Antonio Russo