Per Lewis Hamilton senza il titolo arriva il divorzio?

Lewis Hamilton (Getty Images)

Lewis Hamilton ha agguantato sabato scorso il record di pole stabilito da un mostro sacro come Michael Schumacher, eppure non può certo sentirsi sereno. Il suo sedile in casa Mercedes, infatti, non sembra per niente ben fissato alla monoposto di Stoccarda. Troppi i segnali arrivati dal marchio tedesco che preannunciano un possibile divorzio dal campione britannico.

La crisi però ha radici profonde e parte dall’anno scorso, quando Mercedes lasciò liberamente gareggiare i suoi due piloti permettendo così a Rosberg di vincere il mondiale. Lewis Hamilton non la prese per niente bene e probabilmente solo il prematuro ritiro del tedesco ha evitato il possibile divorzio del britannico dal marchio teutonico.

Mercedes non più convinta di Hamilton

Quest’anno la situazione è cambiata, Lewis Hamilton con un compagno relativamente mansueto come Bottas è ritornato a fare la voce grossa. Il britannico però, soprattutto ad inizio stagione si è reso protagonista di qualche errore di troppo. La trattativa tra Mercedes e Vettel smentita da Wolff e ammessa da Lauda non ha fatto altro che gettare nuove ombre sul futuro dell’ex McLaren.

La Mercedes, per conto di Toto Wolff ha fatto capire che la trattativa per il rinnovo di Lewis Hamilton attualmente non è una priorità. Probabilmente si discuterà il tutto a fine mondiale, ma viene da chiedersi il perché di tutto questo attendismo da parte dei tedeschi. L’approccio con Vettel fa capire che Mercedes non è pienamente convinta del britannico e magari in caso di ennesima sconfitta mondiale potrebbe virare su altri profili.

I giovani dell’accademia Mercedes come Wehrlein per ora non stanno di certo brillando, Vettel ha firmato con Ferrari per tre stagioni, quindi ci potrebbe essere un contatto magari con Verstappen, che è ai ferri corti con la Red Bull. Più complicata, invece, la situazione di Lewis Hamilton, che non rientra nei parametri Ferrari per tanti motivi e potrebbe, paradossalmente, avere difficoltà a trovare un sedile competitivo per il 2019.

Naturalmente tutti questi dubbi potrebbero essere spazzati via in un sol colpo nel caso di un grande finale di stagione di Lewis Hamilton con annesso titolo mondiale. Per il britannico da qui in avanti saranno vietati gli errori. Vettel è un avversario ostico e sarà difficile da battere.

Antonio Russo