Yamaha nasconde un segreto? Prototipi 2018 per Rossi e Vinales

Valentino Rossi e Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales e Valentino Rossi sono ancora in corsa per il titolo mondiale. Mancano ancora sei gare al traguardo e l’aritmetica li tiene ancora ampiamente in gioco, considerando soprattutto il fattore “imprevisto”. Ma c’è dell’altro in casa Movistar Yamaha.

All’indomani del GP di Silverstone già Cal Crutchlow ha evidenziato un “misterioso” passo avanti delle M1, adesso nettamente superiori alle Yamaha satelliti del team Tech3. Dopo il test di Misano, svoltosi all’indomani del deludente GP d’Austria, qualcosa sembra cambiato nel box di Rossi e Vinales, non solo a livello di elettronica. All’indomani del test sanmarinese Valentino ha ammesso: “Siamo andati piuttosto forte ed abbiamo anche provato il primo prototipo della moto 2018 per avere un’idea”.

La casa di Iwata ha escluso subito di voler accelerare i tempi per portare in pista questa nuova moto nel 2017. Ma secondo indiscrezioni spagnole (alias Manuel Pecino) a Silverstone c’era aria di segrete novità. Le prestazioni delle moto erano molto diverse rispetto a due settimane prima in Austria, dove i piloti e il team sembravano molto preoccupati. Due prototipi di Yamaha 2018 (si intenda il telaio) sarebbero stati sempre presenti nel week-end inglese, come rivela Mundo Deportivo. Così che Rossi e Vinales hanno potuto fare confronti, fino a decidere di correre con questi telai-prototipi nella gara di domenica. Ipotesi o realtà, ne sapremo forse di più a San Marino.

Fatto sta che dopo il test di Misano regna un certo ottimismo nel box Yamaha. “Abbiamo fatto un buon lavoro questo fine settimana. La cosa importante è che mi sento di nuovo forte – ha sottolineato Maverick Vinales -. Soprattutto nelle fasi finali della gara sono stato ancora una volta il più veloce. Quindi sono fiducioso che saremo ancora più competitivi e più forti nella prossima gara”.